A- A+
Cronache
Magistrati arrestati, nelle intercettazioni si parla di soldi e prostitute

Magistrati arrestati: Nardi e Savasta davanti al gip di Lecce

Si avvicina il momento dell'interrogatorio a Lecce per i due magistrati, Antonio Savasta e Michele Nardi, arrestati lunedi' al termine di un'inchiesta per corruzione in atti giudiziari. L'interrogatorio sara' effettuato dal gip Giovanni Gallo, che ha delineato in oltre 800 pagine di ordinanza di custodia cautelare lo spaccato del malaffare di cui i due magistrati si sarebbero resi protagonisti all'epoca in cui prestavano servizio a Trani. A entrambi viene contestato di avere ottenuto tangenti da imprenditori per orientare in maniera a loro favorevole le vicende giudiziarie di cui erano coinvolti. Uno dei due imprenditori, Flavio D'Introno, ha ammesso di avere pagato a Nardi e Savasta oltre due milioni di euro e raccontato ai pm che era loro intenzione offrirgli dei soldi affinche' scappasse all'estero, pur di non rivelare gli illeciti di cui era a conoscenza. In un incontro con Savasta, in particolare, il costruttore, che non e' stato raggiunto da alcuna misura cautelare ma risulta tra i 18 indagati di questa inchiesta, ha registrato le dichiarazioni dell'ex pm. Lunedi', sempre a Lecce, saranno interrogati gli altri tre indagati raggiunti da misure cautelari: gli avvocati Ruggiero Srecola e Simona Cuomo e l'imprenditore Luigi D'Agostino.

Nelle intercettazioni si parla di soldi, prostitute e ricatti fra toghe

Intanto emergono nuovo dettagli sull'indagine. Come racconta la Verità, nelle intercettazioni si parla anche di soldi e prostitute. Secondo la Verità, nelle telefonate Savasta e D'Introno (indagato per aver goduto di favori da parte dello stesso magistrato che gli offre soldi per consentirgli di organizzare una latitanza all'estero) parlando di un altro magistrato, ex dell'antimafia in Puglia. "Io gli ho dato centomila euro" dice D'Introno. "Quello mi ha estorto soldi lui e (omissis) da paura! Da paura! (...) Quello ha estorto soldi che voi non avete idea". E Savasta dice, secondo la Verità: "Quello veramente è un pazzo delinquente criminale (...). Il bastardo sicuramente il 90 per cento se li sarà fottuti tra puttane". E ancora Savasta dice in merito all'ambiente giudiziario pugliese: "Sono tutti il peggio del peggio, perché è tutta una squadra (...) Questo qua se ne viene... ti mando la mafia garganica... ma che pezzo di..." Insomma, dalle telefonate raccontate dalla Verità emergerebbe un Savasta che si sentirebbe quasi ghettizzato in  un ambiente giudiziario fatto di squali.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    magistrati arrestatisavastanardisoldiprostitute
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"





    casa, immobiliare
    motori
    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.