A- A+
Cronache
Alluvioni e frane in Piemonte, un morto. Video

Si aggrava in Piemonte il bilancio dei dispersi a causa della violenta ondata di maltempo delle scorse ore. Secondo la Regione, le persone di cui al momento non c'e' traccia sono salite da 11 a 16, tutte tra la provincia di Cuneo e la francese Val Roja. Le ricerche, in Italia e in Francia, sono tuttora in corso.

Maltempo: Prefettura Cuneo, si cercano anche nonni con nipoti - "Non parlerei di dispersi, ma di persone al momento non rintracciabili. Si tratta di italiani e tedeschi, ieri in transito per la Val Roya, in Francia, che e' isolata e senza linee telefoniche". Lo precisa la Prefettura di Cuneo, in stretto contatto con i soccorritori al lavoro da ieri sera nella zona tra Italia e Francia colpita dalla violenta ondata di maltempo delle scorse ore. Tra le 16 persone di cui non si hanno notizie ci sono anche due nonni tedeschi con i nipoti. Sarebbero bloccati tra Vievola e Tenda, sempre in Francia, mentre i soccorritori francesi cercano da questa mattina di portarli in salvo in elicottero insieme ad altri residenti della zona.

Il Piemonte è la Regione piu' martoriata da ore. "Abbiamo una situazione particolarmente critica, che ha colpito buona parte della regione. Fortunatamente ha smesso di piovere, ma lo stato di allerta rimane massimo". Spiega il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, a proposito del maltempo delle ultime ore. "Abbiamo intere frazioni isolate, decine di famiglie sfollate, ponti distrutti dalla furia dell'acqua - aggiunge - il fenomeno e' dovuto all'intensissima pioggia del pomeriggio di ieri e della notte scorsa. In particolare, i danni piu' gravi li stiamo registrando lungo il Tanaro". "Abbiamo una situazione molto complicata - prosegue - il tempo ora sembra aiutarci, ma teniamo alta la guardia. Sono oltre 5 5mila le utenze elettriche che in questo momento sono in corso di recupero". "Dobbiamo stare vicini ai nostri sindaci - conclude Cirio - in questo momento sono moltissimi i volontari che stanno lavorando per garantire la sicurezza". Il bilancio dei dispersi e' fermo a 10 persone nel Cuneese. Una persona e' stata ritrovata, priva di vita, poco fa a Borgosesia in frazione Bettole. Il corpo era sul greto ai margini del fiume Sesia. L'area in cui era stato visto sparire a bordo della sua auto. Un amico con lui nell'auto si e' invece salvato. "E' presumibile - ha scritto su Facebook il sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani - che si tratti della persona dispersa". E sempre nel Vercellese che la furia delle acque del Sesia ingrossate da ore di pioggia ha fatto crollare in tarda mattinata il ponte che collega Romagnano Sesia, in provincia di Novara, con Gattinara, nel vercellese. La struttura era stata chiusa durante la notte per precauzione, poi intorno alle 12,30 era stata riaperta al traffico. Un'ora dopo, il crollo. Sono in corso verifiche per accertare che nessuna auto fosse in transito in quel momento.

Maltempo: Mattarella a Cirio, vicino al Piemonte - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha telefonato al governatore del Piemonte, Alberto Cirio, per testimoniare la sua "vicinanza al territorio", duramente colpito dal maltempo delle scorse ore. Il governatore Cirio, si apprende dalla Regione, ha informato il Capo dello Stato della situazione che, seppur piu' contenuta nell'estensione, mostra danni alle aree colpite maggiori e piu' gravi di quelli causati dalla terribile alluvione del 1994.

Maltempo: Val d'Aosta, vigile fuoco muore schiacciato da albero

Un vigile del fuoco volontario e' morto stanotte sulla strada statale nei presso di Arnad, in Valle d'Aosta, schiacciato da un albero caduto a causa del maltempo che si sta abbattendo su tutta la regione. L'uomo era impegnato insieme ad altri colleghi a ripulire la strada dai detriti quando la pianta sradicata dal temporale lo ha travolto. Intanto, la presidenza della Regione informa che sono numerosi gli interventi della Protezione civile. Al momento risultano chiuse la SR 44 a Gaby, per il crollo del ponte sulla regionale e esondazione del torrente Niel, la SR 30 a Ollomont per caduta piante, la SR 2 di Hone per Champorcher, a causa di caduta massi e acqua sulla carreggiata, la SR 36 da Nus a Saint-Barthe'lemy per caduta piante, la SR 44 a Gressoney -Saint-Jean per esondazione. E' chiusa inoltre la SS 26 al km 56+600 (Comune di Bard) per caduta alberi. Transito vietato anche su alcune strade comunali a Gressoney-Saint-Jean, Cogne, Issogne e Quart. A Pontboset, nella notte sono state evacuate in via precauzionale 9 persone da una struttura ricettiva. Nel corso della notte la Dora Baltea e' esondata a Donnas, ma ora le acque sono rientrate nell'alveo fluviale e la situazione e' sotto controllo.

Loading...
Commenti
    Tags:
    maltemponorditaliaemergenzapiemonte
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    DS7 Crossback, sotto il cofano il nuovo motore benzina da 225 CV

    DS7 Crossback, sotto il cofano il nuovo motore benzina da 225 CV


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.