A- A+
Cronache
Me Too degli scacchi, giocatrici denunciano sessimo e discriminazione

Leggi anche: Donne paragonate a pezzi di carne: "Pubblicità sessista", macelleria nel caos

Meutsch ha anche firmato a una lettera aperta pubblicata la settimana scorsa da 14 scacchisti francesi e a cui hanno aderito più di 100 donne in cui si mettono in luce i comportamenti sessisti dei loro colleghi maschi: "Da quando ho firmato la lettera — ha aggiunto — ho pensato in modo piu profondo a quello che mi è successo. Mi sono successe così tante cose di cui prima non ero a conoscenza e ho dovuto rinunciare ad alcuni tornei perché non volevo incontrare alcune persone lì. Ecco perché non li ho giocati".

Scacchi e sessismo: aumentano le denunce in tutto il mondo

Questa comunque non è la prima presa di posizione sul tema del sessismo da parte di una giocatrice di scacchi. Negli Stati Uniti il grande maestro Alejandro Ramirez del Costa Rica è stato denunciato da una decina di scacchiste, tra cui anche alcune minorenni, per assalti sessuali e ripetute molestie. In una lettera aperta, anche questa sostenuta dalla federazione francese, 64 giocatori e giocatrici in tutto il mondo affermano di "aver subito violenze sessiste o sessuali da parte di altri giocatori di scacchi, allenatori, arbitri e dirigenti e siamo convinti che queste vessazioni e questi attacchi siano uno dei motivi principali per cui le donne e le ragazze, soprattutto in età adolescenziale, smettono di giocare a scacchi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mee tooscacchi
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.