A- A+
Cronache
Migranti: Open Arms, Italia e Malta negano evacuazioni mediche

Migranti: Open Arms, no da Italia e Malta


Malta e Italia hanno negato l'evacuazione medica di 9 tra le 278 persone che si trovano a bordo della nave della ong Open Arms, a cui già in precedenza era stato negato un porto di sbarco dai due Paesi. La richiesta di evacuazione era stata fatta ieri, 13 settembre, dal medico di bordo per 7 migranti "gravemente ustionati e bisognosi di cure ospedaliere immediate e due in stato di gravidanza con sintomi di nausea e debolezza". "La situazione a bordo è complessa - spiegano Open Arms e Emergency -  le condizioni meteo sono in peggioramento, tutti i naufraghi sono in condizioni fisiche e psicologiche precarie, tutti hanno alle spalle storie di torture e abusi nonché il trauma della traversata in mare".

Open Arms: "Italia e Malta negano evacuazioni mediche"

L'11 settembre scorso il medico di bordo, Paola Tagliabue, aveva messo a punto una relazione allarmante sulle condizioni a bordo dei naufraghi. Essi, scriveva, "mostrano caratteristiche di fragilità legate all’età, al periodo trascorso in condizioni di detenzione e/o prolungata permanenza in mare. Nello specifico, a bordo si contano 2 donne gravide (al 1° e al 3° mese), 16 minori (di cui una bambina di 2 anni e una di 3) e 18 donne.

Si comunica, inoltre, che a 24 naufraghi è stata diagnosticata la scabbia e 5 pazienti riportano lesioni da carburante e severa disidratazione, di cui 2 con lesioni estese. I naufraghi soccorsi nell’ultima operazione di salvataggio presentano importanti condizioni di disidratazione. Si sottolinea che la permanenza prolungata a bordo della nave potrebbe scatenare l’insorgenza di epidemie di patologie a trasmissione respiratoria, nonché gastrointestinali. Si teme inoltre - proseguiva Tagliabue - il peggioramento delle condizioni di salute delle persone ad ora in fase di osservazione, in considerazione del loro stato clinico precario. Alla luce delle considerazioni di cui sopra, si consiglia di ridurre al massimo il periodo di navigazione per motivi di sicurezza sanitaria".

Open Arms aveva effettuato tre soccorsi tra l'8 setembre e il 10 settembre scorsi, due in Sar maltese e uno in Sar libica. La nave attende da sei giorni giorni l’indicazione di un porto sicuro, che finora è stato negato, dove poter far sbarcare i migranti. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    migrantiopen armsopen arms no da italia e maltaopen arms italia malta
    Loading...
    in evidenza
    L'ironia del web colpisce ancora Stavolta nel mirino c'è Di Maio

    Costume

    L'ironia del web colpisce ancora
    Stavolta nel mirino c'è Di Maio

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5: DAYANE MELLO SENZA REGGISENO RIPRESA PER SBAGLIO. Gf Vip 5 news

    Grande Fratello Vip 5: DAYANE MELLO SENZA REGGISENO RIPRESA PER SBAGLIO. Gf Vip 5 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico

    Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.