A- A+
Cronache
Napoli, ucciso per aver urtato il figlio del boss. Arrestati fratelli vittima

Napoli, svolta nel caso del tifoso ucciso per aver urtato il figlio di un boss. Arrestati i fratelli della vittima

Dopo ben 17 anni arriva la svolta in uno dei cold case più sentiti in Italia, perchè iniziato nella notte di festa per la vittoria dei Mondiali 2006. L’omicidio di Michele Coscia, ucciso a 30 anni a Napoli, fu un omicidio per vendetta, una ritorsione  assassina scatenata da un futile motivo. La vittima dell'agguato, che sventolava una bandiera, commise l’errore imperdonabile di urtare involontariamente un ragazzino, figlio di un boss, e questo sarebbe bastato per scatenare la furia dei suoi fratelli più grandi. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
2006bossfigliofratellimondialinapoliucciso
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove





motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.