A- A+
Cronache
Omicidio Genova, il portuale confessa: “Ero geloso, lei lo vedeva per le dosi"

Genova, il portuale no vax Giribaldi confessa: “Ho ucciso Manuel di Palo perchè lei lo vedeva per le dosi"

Ci sarebbe stata una lite per motivi di droga, collegata a sua volta alla gelosia per una donna di 53 anni, alla base dell'omicidio di Manuel Di Palo, 37enne ex dirigente della sezione ligure del movimento neofascista CasaPound, morto ieri, 26 aprile, nel quartiere del Carmine a Genova. A colpirlo con un colpo di pistola Filippo Giribaldi, un "camallo", ovvero un portuale della Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie del capoluogo ligure (Culmv), 42 anni ed anima del movimento no vax.

"Ero geloso, frequentavo una donna e da qualche settimana Di Palo aveva iniziato a vederla" avrebbe detto Giribaldi alla sostituta procuratrice Eugenia Menichetti, come riporta Il Secolo XIX, aggiungendo: "Lei lo vedeva in cambio della droga". Il delitto si sarebbe consumato al culmine di una furiosa lite; dopo aver sparato a Di Palo, Giribaldi è corso nella monumentale basilica della Santissima Annunziata del Vastato: "Ho sparato a un uomo, ho sparato a un uomo, chiamate la polizia", ha confessato poi al custode. 

LEGGI ANCHE: Genova, 25enne ucciso a colpi di pistola: arrestato un uomo

Giribaldi avrebbe accusato la vittima di vendere la droga o comunque portarla alla donna di 53 anni al centro della contesa tra i due, e di essere anche il suo amante. Le differenze politiche fra l'assassino e la sua vittima, inizialmente, non erano state ancora identificate come parte del movente, ma le indagini della squadra mobile stanno continuando anche su questo fronte.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
drogagelosiagenovamoventeomicidioportualerivale
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini





motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.