A- A+
Cronache
Omicidio Pierina, stop ad accertamenti sul Dna. Le telecamere inguaiano Louis
Omicidio Pierina

Omicidio Pierina, stop agli accertamenti sul dna. E le telecamere inguaiano Louis

A poche ore dall’iscrizione nel registro degli indagati di Louis Dassilva per l'omicidio di Pierina Paganelli arriva l’ennesimo colpo di scena: gli accertamenti irripetibili che erano in agenda per domani ad Ancona e mercoledì a Roma su campioni biologici della donna e tracce e reperti per 15 elementi isolati dalla squadra mobile sul cadavere della 78enne uccisa, sulla scena del crimine e in casa e sui vestiti dell'indagato, sono postposti a data da destinarsi. Il motivo? A spiegarlo ad Affaritaliani.it l’avvocato Riario Fabbri, che difende il 35enne senegalese. “Oggi è stata accolta la nostra riserva per avanzare la richiesta di un incidente probatorio”. La conseguenza di questa mossa sono 10 giorni di tempo per la difesa di Dassilva per presentare la richiesta di una nuova sede entro cui compiere successivamente gli accertamenti irripetibili disposti.

LEGGI ANCHE: Pierina e l'avviso di garanzia al vicino: la nuora della vittima nervosa

“Procedere in tal senso - spiega l’avvocato - consentirà di nominare un consulente del giudice, e ciò è funzionale alla nostra difesa”. Difesa che, continua Fabbri, si deve ancora articolare in attesa di poter visionare “gli atti secretati dell’accusa”. E sul presunto movente passionale di Louis aggiunge: “Ho sentito tante chiacchiere in merito, ma continuiamo a ribadire che non c’è assolutamente un collegamento tra l’eventuale relazione extraconiugale del mio cliente con Manuela e l’omicidio di Pierina”.

Un’altra spada di Damocle pende, però, sul 35enne senegalese. Come ricostruito nella puntata odierna di “Estate in diretta”, infatti, Louis sarebbe stato ripreso per ben due volte dalle telecamere di videosorveglianza nella zona, prima e dopo il delitto. Il vicino di casa della 78enne, che in Procura aveva dichiarato di essersi infortunato il giorno prima, e quindi di zoppicare, nelle immagini al vaglio degli inquirenti cammina perfettamente. Non solo: l’uomo viene ripreso anche dopo il delitto di Pierina, mentre si aggira tranquillamente con in mano un sacchetto della spazzatura. Tutte circostanze e fatti che Louis smentisce, negando categoricamente di essere l’uomo inquadrato.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO





motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.