A- A+
Cronache
Perché Papa Francesco non vuole vedere il Dalai Lama? Il nodo delle nomine

Perché Papa Francesco non vuole vedere il Dalai Lama? Dietro le nomine dei vescovi cinesi

Il Dalai Lama, il capo supremo della religione tibetana e anche capo ufficiale dello Stato del Tibet, sebbene in esilio, ha voluto ricordare Papa Ratzinger qualche giorno fa. Lo ha fatto mandando un messaggio ufficiale alla nunziatura vaticana di Nuova Delhi. Tra l’altro si legge: "Ratzinger è stato Un uomo che ha fatto il possibile per contribuire all'armonia religiosa e alla pace globale. Prego per il nostro fratello spirituale". E poi ancora: "Quando ho avuto l'opportunità di incontrare Papa Benedetto, ho scoperto che eravamo molto d'accordo sui valori umani, sull'armonia religiosa e sull'ambiente. Durante il suo pontificato, ha lavorato duramente per promuovere questi temi. Ha vissuto una vita significativa. Credo che questi scambi abbiano contribuito a una migliore comprensione religiosa tra noi". 

Il Dalai Lama ha incontrato sia Papa Giovanni Paolo II che Papa Benedetto XVI. Incontri non ufficiali, cioè non registrati dal protocollo vaticano, e questo per evitare di 'irritare' la potente Cina che –come noto- il Tibet lo ha invaso e la considera una sua provincia, al pari di Taiwan. Invece Papa Francesco non ha mai voluto incontrarlo in Vaticano -neppure non ufficialmente- per via di una questione specifica e cioè l’accordo sulle nomine dei vescovi cattolici in Cina sottoposto ad un trattato del 2018.

Il cardinale Zen, ex arcivescovo di Hong Kong (anche arrestato dalla polizia cinese), ha accusato il Papa di avere svenduto la Chiesa cinese e su questa posizione si è poi ritrovata l’ala conservatrice che faceva riferimento proprio a Ratzinger, che invece aveva una linea ben diversa.

Il Papa tedesco ebbe a dire su questa spinosa questione: "Seguo con grande trepidazione le notizie che in questi giorni giungono dal Tibet. Il mio cuore di padre sente tristezza e dolore di fronte alla sofferenza di tante persone. Vi invito a unirvi a me nella preghiera. Chiediamo a Dio onnipotente, fonte di luce, che illumini le menti di tutti e dia a ciascuno il coraggio di scegliere la via del dialogo e della tolleranza".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
dalai lamapapa bergoglio
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"





motori
Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.