A- A+
Cronache
Raoul Bova, ancora guai con Fisco: l'accusa è di evasione per 417mila euro

Raoul Bova, ancora guai con il Fisco: l'attore accusato di aver evaso 417mila euro

Il rapporto tra il Fisco e Raoul Bova non sembra intenzionato ad appianarsi: il noto attore è – nuovamente – finito sotto processo perché accusato di aver evaso 417mila euro nel 2011. Il reato contestatogli dalla Procura è “dichiarazione fraudolenta mediante artifici”: Bova sarebbe responsabile del trasferimento di costi alla società che gestisce la sua immagine (la Sanmarco srl, di cui è socio all'80%), un escamotage che gli avrebbe consentito di pagare un'aliquota più bassa. “Nella dichiarazione dei redditi – si legge negli atti – sono stati indicati elementi attivi per un ammontare inferiore a quelli effettivi ed elementi passivi fittizi”. La conseguenza sarebbe stata un'evasione Irpef pari a 417 mila euro. Sul processo, la cui prossima udienza risulta fissata il 6 dicembre, incombe però la prescrizione.

Raoul Bova, guai con il Fisco: si attende l'appello per la prima condanna di evasione

E' la seconda volta che Bova deve affrontare guai giudiziari legati al mancato versamento di imposte. Nel 2017 era stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione (con sospensione della pena), sempre per “dichiarazione fraudolenta mediante artifici”, per un'evasione di circa 600mila euro risalente al periodo tra il 2005 e il 2010. Condanna per la quale l’attore è in attesa del processo di appello in cui proverà a ribaltare la pronuncia del giudice.

Proprio commentando la condanna del 2017 per evasione fiscale, Bova aveva parlato d'ingiustizia e si era sfogato con l'ex pubblico ministero Luca Palamara, all'epoca consigliere al Csm: “Ti prego di indagare su questa sentenza, la trovo un'ingiustizia senza precedente. Tutti assolti tranne me”. La risposta era stata: "Non bisogna mollare ora". 

Raoul Bova, il processo anche per lite automobilistica

Ma non è finita qui, perché l’attore è atteso in tribunale il prossimo giovedì anche per un altro processo, scaturito questa volta in seguito a una lite automobilistica avvenuta il 27 aprile 2019: Bova dovrà difendersi dalle accuse di violenza privata, minacce e lesioni perché avrebbe aggredito un automobilista dopo che quest'ultimo avrebbe quasi investito la sua compagna Rocío Muñoz Morales. Anche l'automobilista è finito a processo, accusato di violenza privata per aver effettuato “una manovra azzardata che aveva messo in pericolo l'incolumità fisica” della Morales.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bovaevasionefiscoguairaoul
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

La classifica comscore

Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)


in vetrina
Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni





motori
DS Automobiles celebra 10 Anni in Italia con la serie speciale EDIT10N LIMITÉ

DS Automobiles celebra 10 Anni in Italia con la serie speciale EDIT10N LIMITÉ

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.