A- A+
Cronache
Rave Modena, chiusura pacifica: dopo la trattativa i partecipanti vanno via

Rave Modena, in Cdm la stretta sui raduni abusivi. Polemica sulla manifestazione 

La trattativa tra forze dell'ordine e partecipanti al rave party è stata subito efficace, non c'è stato bisogno di sgomberare il capannone. Lo riferiscono fonti della Polizia presenti sul posto. Alle persone arrivate da tutto il mondo è stato spiegato che l'edificio è pericolante e quindi, per la la loro sicurezza, sarebbe stato meglio che se ne fossero andati. La musica è stata spenta intorno alle dieci. Nessuna resistenza ne' momento di tensione, i ragazzi e le ragazze hanno preso atto del pericolo e se ne stanno andando via. Oltre ai poliziotti sono presenti i vigili del fuoco. I partecipanti al rave di Halloween a Modena stanno pulendo il capannone dai rifiuti di questi giorni. I sacchi contenenti la spazzatura sono stati appoggiati ai pilastri dell'edificio che in giornata, finito il deflusso dei festanti, sarà sequestrato. 

Nel frattempo, nel Consiglio dei ministri convocato oggi si parlerà del decreto legge riguardo a misure urgenti in materia di divieto di concessione dei benefìci penitenziari nei confronti dei detenuti o internati che non collaborano con la giustizia, nonché in materia di entrata in vigore del decreto legislativo 10 ottobre 2022, n. 150, di obblighi di vaccinazione anti SARS-COV-2 e di prevenzione e contrasto dei raduni illegali 

Rave Modena, chiusura pacifica e nessuno sgombero: le reazioni politiche 

"Dopo la ribalta mediatica assunta dal rave party di Modena, leggiamo da indiscrezioni giornalistiche che il ministro Piantedosi dovrebbe presentare oggi in Consiglio dei Ministri un decreto per tracciare la nuova linea di 'fermezza e rigore' in materia di sicurezza e ordine pubblico. Ben vengano azioni mirate a maggiore prevenzione e contrasto dell’illegalità, ma allo stesso modo ci aspettiamo dal titolare del Viminale e dal Governo una parola chiara sulla sfilata delle duemila camicie nere di Predappio, dove inni fascisti e braccia tese hanno evidenziato - qualora ve ne fosse bisogno - la labile linea di confine che divide la 'nostalgia' dall’apologia",  ha scritto il presidente del M5s, Giuseppe Conte, sui suoi profili social. 

“Lo sgombero in corso dei partecipanti del rave party di Modena è la dimostrazione che il ripristino delle regole e della legalità mai messe in discussion  può essere perseguita con il dialogo, con la responsabilità e non come esponenti del Governo auspicavano con la forza e con i manganelli", hanno dichiarato in una nota i parlamentari del Pd Enza Rando e Stefano Vaccari. "Ecco che ha  ha prevalso la linea della responsabilità, annunciata ieri dalla Prefettura e attuata in queste ore dalla Questura e dalle forze dell’ordine anche con l'ausilio di volontari ed operatori di strada ai quali va il nostro plauso per aver gestito il tutto con professionalità ed equilibrio", aggiungono.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rave modena
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Qual è la tua posizione preferita?": la risposta di Annalisa diventa virale

Costume

"Qual è la tua posizione preferita?": la risposta di Annalisa diventa virale


in vetrina
Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"

Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"





motori
Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.