A- A+
Cronache
Ricerca, i cervelli italiani all'estero eccellenza nel mondo
La Presse

"La collaborazione scientifica bilaterale tra Italia e Brasile è molto attiva ed è possibile consolidarla e diversificarla”. Queste le parole usate dall'ambasciatore italiano in Brasile Francesco Azzarello dopo la diffusione dei dati che raccontano la presenza di 577 nostri connazionali in Brasile impegnati nella ricerca. Un dato che più di ogni altro descrive l'eccellenza dei nostri ricercatori, apprezzati e richiesti in tutto il mondo.

Nella banca dati appena costituita sono già presenti 577 ricercatori nati in Italia: il 75 percento uomini e 25 percento donne. Per numero l’Italia è al secondo posto fra i partner europei del Brasile e sesta al mondo. Gli stati in cui sono maggiormente presenti sono San Paolo, 39 percento, Rio de Janeiro, 16 percento, Minas Gerais 6 percento, Bahia e Rio Grande do Sul 5 percento. La maggior parte di loro lavora nel campo delle scienze esatte e della terra, 27 percento, e delle scienze umane e sociali 23 percento. Poco meno dell'80 percento ha il titolo di dottore di ricerca e, rispetto ai colleghi registrati nel sito Lattes, la banca dati brasiliana, rappresentano l’1.6 percento.

Un dato significativo, quello brasiliano che conferma come i ricercatori italiani siano fra i migliori al mondo. Forse i migliori. Ma da qui, a parte l'orgoglio nazionale nel vedere i nostri ricercatori così bravi e richiesti, c'è da considerare il rovescio della medaglia. Infatti, molti di loro dopo aver vinto le borse di studio, le sfruttano all'estero dove ci sono maggiori opportunità professionali e dove si riesce a valorizzare il lavoro di ricerca.

Secondo gli analisti del settore, l’Italia è al 7° posto nelle classifiche mondiali per numero di pubblicazioni scientifiche e di ricerca, nonché all'ottavo posto per l'eccellenza delle pubblicazioni stesse. Un risultato ottimo.
Le sedi diplomatiche italiane all'estero hanno contato circa 33mila nostri connazionali presenti nei vari Paesi. La comunità più corposa è costituita dai ricercatori negli Stati Uniti, circa 15mila. Poi Regno Unito, Francia e Germania.
Ma gli italiani sono presenti anche in Sudafrica, Giappone e Singapore. Le ambasciate e i consolati del nostro Paese amministrano la “Piattaforma Innovaitalia” per la gestione e il collegamento fra ricercatori, e favoriscono la formazione delle loro associazioni.

Lo scorso 15 aprile in occasione della Giornata della Ricerca italiana nel mondo, il Ministro degli Esteri Luigi di Maio ha fatto sapere: “Talvolta il lavoro del ricercatore può apparire tecnicistico, teorico e lontano dalla nostra quotidianità. E' invece fondamentale che esso ponga al centro dell'attenzione la dimensione umana e ne favorisca lo sviluppo con applicazioni pratiche destinate a migliorare la vita di ognuno di noi. Sin dalla sua fondazione l'Italia Repubblicana promuove la cooperazione scientifica internazionale e oggi possiamo dire con orgoglio che schieriamo circa 33mila ricercatori distribuiti tra le economie più avanzate del pianeta, ma anche nei paesi emergenti. Il loro contributo alle conquiste del sapere umano contemporaneo ci viene costantemente riconosciuto e ci mantiene fra le nazioni d'avanguardia in settori nei quali vogliamo continuare ad eccellere, come le scienze di base alle scienze applicate. Dallo studio della materia all'osservazione astronomica. Dalla biologia alla robotica, fino alla tutela dell'ambiente e dei beni culturali. E' un lavoro di cui andiamo orgogliosi. Ogni loro successo è un successo per l'Italia e il nostro Paese metterà in campo ogni sforzo per mantenere questi risultati”.

Commenti
    Tags:
    ricercaeccellenza italianaricercatori
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    Cronache

    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    i più visti
    in vetrina
    Elettra Lamborghini senza il reggiseno. Wanda Nara esplosiva e...

    Elettra Lamborghini senza il reggiseno. Wanda Nara esplosiva e...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia

    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.