A- A+
Cronache

Sono due studentesse cinesi 'modello' le uniche vittime dell'incidente aereo occorso ieri a San Francisco, negli Stati Uniti. Wang Linjia e Ye Mengyuan, entrambe sedicenni, facevano parte di un gruppo di 29 studenti liceali partiti dalla Cina per una vacanza studio in America. Erano partite dalla regione costiera dello Zhejiang e avrebbero dovuto visitare le universita' di Stanford e della California per esplorare il sogno di studiare nel paese. Invece le due giovani hanno trovato la morte sul volo 214 della Asiana, partito domenica da Seul e diretto a San Francisco, dove sui 291 passeggeri a bordo 141 erano cinesi. Studentesse 'modello', scrive la stampa cinese che ne ha ricostruito le storie. Entrambe avevano ottimi voti a scuola, erano impegnate in politica come capoclasse ed avevano molteplici hobby seppure non avessero molto tempo libero. Wang era molto brava nella calligrafia e nel disegno, mentre Ye era una musicista e ginnasta. I genitori ora piangono le due uniche figlie, che erano anche amiche per la pelle.

Restano ancora da stabilire le cause del decesso delle due ragazze. Una delle due studentesse e' stata trovata accanto all'ala spezzata, ai piedi dello scivolo di salvataggio. L'altrae' stata rinvenuta a una distanza sospetta dalla carcassa del velivolo, sulla pista, alimentando l'ipotesi che potrebbe essere stata fatalmente colpita da uno dei mezzi di salvataggio in corsa per portare soccorso dopo l'incidente. La televisione cinese CCTV ha detto oggi che una delle due giovani non avrebbe allacciato la cintura di sicurezza. Il ministero degli Esteri cinese ha fatto

sapere oggi tramite il portavoce che Pechino aspetta di sapere l'esito degli esami prima di confermare la dinamica dei decessi, ma che il segretario del Partito Comunista Xi Jingping ha gia' dato disposizioni per portare soccorso alle famiglie coinvolte. Il capo dei pompieri di San Francisco, Joanne Hayes-White, ha detto che l'autopsia sara' completata oggi, lunedi', e i risultati saranno disponibili in seguito. Lee Hyo-min, la portavoce della compagnia aerea Asiana, ha detto che il pilota Lee Gang-guk, secondo ma al comando durante la fase di atterraggio, era in una fase di formazione per i voli intercontinentali. L'uomo aveva esperienza nella conduzione di altri aerei ma aveva da poco iniziato a guidare i Boeing 777, modello in uso nel volo 214.L'inesperienza del pilota ha suscitato le ire della rete cinese. Sui social network e su Weibo, il Twitter cinese, i nomi delle due ragazze sono stati oggi le notizie piu' commentate. "E' una vergogna che si mettano in gioco le vite di persone con piloti inesperti" scrive un utente. Un altro gli fa eco dicendo che "le compagnie coreane sono famigerate per la loro cattiva qualita'".

Ma altri dettagli attorno all'incidente aereo suscitano ancora maggiore controversia. Un giornalista delle televisione coreana, Yoon Kyeong-min, ha detto durante il telegiornale che 'fortunatamente solo state registrate solo due vittime cinesi e nessuna vittima coreana nell'incidente' di San Francisco. L'affermazione ha mandato in furia i cinesi, che su hanno descritto il commento come 'inumano' sul Global Times e altra stampa. E su Weibo gli utenti chiedono scuse formali.Una fotografia diffusa da un passeggero coinvolto nell'incidente mostra una donna che fugge dalla carcassa dall'aereo portandosi dietro la valigia trolley. "Le ricchezze materiali valgomo piu' delle vite umane, vergogna!" scrive un utente, mentre un altro lamenta "la perdita di moralita' dei ricchi" cinesi, per cui e' piu' importante scappare con i propri averi che correre in soccorso di connazionali in difficolta'.

PILOTA ERA ANCORA IN FASE DI FORMAZIONE - Il pilota del Boeing 777 dell'Asiana Airlines che si e' schiantato sabato sulla pista di San Francisco era ancor in fase di formazione su quel tipo di voo. Lo ha reso noto la compagnia spiegando che l'uomo era comunque accompagnato da un comandante piu' esperto. Lee Kang-Kuk, 46 anni aveva all'attivo 43 ore di esperienza sul 777, nonostante il fatto che era un pilota esperto con un totale 9000 ore di volo complessive.

Al momento comunque non e' ancora possibile dire se l'incidente e' stato causato dall'inesperienza del pilota, ha fatto sapere il responsabile del ministero dell'aviazione Choi Jeong-Ho. Secondo il National Transportation Safety Board che ha analizzato i primi dati delle scatole nere l'aereo avrebbe avuto una velocita' troppo bassa in fase i atterraggio. Sette secondi prima dell'impatto con la pista dell'aeroporto di San Francisco i comandanti infatti provarono a 'riattaccare' (dare gas per riprendere quota). Nello schianto sono morte due studentesse cinesi e si sono registrati 182 feriti.

SISTEMA ATTERRAGGIO STRUMENTALE ERA IN PANNE - Tra le cause dell'incidente del Boeing 777 dell'Asiana Airlines, schiantatosi sulla pista dell'aeroporto di San Francisco, potrebbe anche esserci quella del sistema di atterraggio strumentale dell'aeroporto (Glide path system) che era fuori uso da settimane. Lo rivela Der Spiegel che ha intervistato alcuni piloti tedeschi che erano atterrati nell'aeroscalo americano di recente. "Un atterraggio guidato a San Francisco e' diventato praticamente impossibile - ha detto un pilota che e' voluto rimanere anonimo - un incidente era solo una questione di tempo".

Di fatto il sistema elettronico di guida all'atterraggio avrebbe potuto prevenire gli errori fatti dal comandante in fase di atterraggio. Il sistema sarebbe da settimane fuori uso per via di lavori di ristrutturazione dell'aeroporto. Nelle statistiche di Lufhtansa l'aeroporto di San Francisco e' in cima alla lista per atterraggi falliti. Proprio per questo la compagnia di bandiera ha di recente messo a punto delle speciali istruzioni di sicurezza per l'aeroscalo.

Tags:
san franciscoaereoboeing
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO





casa, immobiliare
motori
Mercedes: il futuro è completamente elettrico

Mercedes: il futuro è completamente elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.