A- A+
Cronache
Scandalo Farfalle, giustizia sportiva manda a processo l'allenatrice Maccarani

Ginnastica, a giudizio Emanuela Maccarani: l'allenatrice delle farfalle azzurre

Emanuela Maccarani, allenatrice delle Farfalle della Ginnastica ritmica azzurra, e Olga Tishina, la sua assistente in nazionale e all'Accademia Internazionale della Ritmica di Desio, sono state rinviate a giudizio anche dalla giustizia sportiva, dopo essere state iscritte nel registro degli indagati della Procura di Monza nell'ambito della vicenda sui presunti maltrattamenti alle giovani ginnaste.

Come fa sapere l'Agenzia Giornalistica Italia, questa mattina il provvedimento è stato inviato alle due tecniche dalla procura della Federazione Ginnastica d'Italia (Fgi).

Il provvedimento è in linea con i tempi previsti e in anticipo rispetto alla giustizia ordinaria, ancora in fase di indagini preliminari. Il procuratore federale Rossetti, che sta collaborando anche con la procura di Monza, ha ritenuto le accuse sufficienti per procedere ad aprire un giudizio nei confronti delle allenatrici.

Le parti e i loro legali potranno, entro 20 giorni, presentare la loro linea difensiva o chiedere di essere ascoltate personalmente. In caso di deferimento sarà il Tribunale federale a decidere l'assoluzione o la condanna che puo' prevedere dall'ammonizione all'ammenda, passando alla sospensione da quindici giorni a due anni fino alla radiazione.

Al momento la loro posizione, sia nella giustizia ordinaria sia in quella federale, è ancora da approfondire e, in assenza di una chiara condanna, proseguono il loro lavoro.

Indipendentemente dalla fiducia delle atlete della nazionale, che hanno ripreso ad allenarsi in vista degli impegni internazionali, Maccarani e Tishina potrebbero essere rimosse dall'incarico. Il calendario internazionale della ritmica 2023 prevede 5 tappe di Coppa del mondo (la prima a marzo ad Atene), i Campionati europei a Baku in Azerbaijan dal 17 al 21 maggio e i Campionati mondiali a Valencia in Spagna dal 21 al 23 luglio.

Il caso delle "Farfalle azzurre"

Alcune ex ginnaste della ritmica, in passato allieve della struttura tecnica di Desio, avevano denunciato di aver subito vessazioni, offese e maltrattamenti psicologici.

Il provvedimento è stato emesso a seguito delle audizioni della procura federale iniziate lo scorso 30 ottobre proprio all'Accademia Internazionale di Desio e che si erano concluse il 29 dicembre 2022. Le audizioni hanno interessato tutti i soggetti che, a vario titolo, hanno frequentato la palestra della località brianzola negli ultimi cinque anni.

Alla direttrice tecnica della nazionale Maccarani e alla sua assistente vengono contestati pesanti addebiti. Nel periodo compreso fino all'estate 2020, secondo la procura federale, le due allenatrici hanno "adottato metodi di allenamento non conformi ai doveri di correttezza e professionalità, ponendo in essere pressioni psicologiche e provocando in alcune ginnaste l'insorgere di disturbi alimentari e psicologici".

Maccarani, 56 anni, milanese, è l'allenatrice più titolata della storia della ritmica italiana (8 ori mondali, un argento olimpico ad Atene 2004, e due bronzo olimpici a Londra 2012 e Tokyo 2020), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana, attuale membro della Giunta nazionale del Coni. 

Il responso della procura federale è stato firmato e condiviso dal procuratore federale Michele Rossetti, dai colleghi avvocati Lorenza Mel e Giorgio Papotti, costituiti in pool con il sostituto della procura generale del Coni e quarta firmataria, avvocatessa Livia Rossi.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
farfallefarfalle ginnastica ritmicaginnasticascandalo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid





motori
Kia, l’artista Richard Boyd-Dunlop firma il Camouflage del pick up Tasman

Kia, l’artista Richard Boyd-Dunlop firma il Camouflage del pick up Tasman

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.