A- A+
Cronache
Sucidio assistito, l'Asl rifiuta il trattamento ad un tetraplegico. Denunciata

Sucidio assistito, l'Asl rifiuta il trattamento ad un tetraplegico. Denunciata

Il caso dj Fabo ha scosso l'ambiente per quanto riguarda il suicidio assistitito. La sentenza della Corte Costituzionale, infatti, ha dichiarato «non punibile, a determinate condizioni, chi agevola l’esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da una patologia irreversibile". Così anche un tetraplegico 42enne, bloccato in un letto da anni dopo un incidente stradale senza poter muoversi, parlare, bere o mangiare, ha chiesto all'Asl di riferimento di poter ricorrere al suicidio assistito. La risposta, però, è stata una bocciatura.

L'associazione Luca Coscioni, che segue il caso, ha annunciato un'azione legale contro l'Asl. Il 42enne - si legge sulla Stampa - è rimasto tetraplegico dopo un grave incidente che gli ha causato la frattura della colonna vertebrale. E' sempre stato cosciente e ora ha deciso che andare avanti così non ha più senso. Desidera solo morire, vorrebbe però evitare di affidarsi alle cosiddette Dat (Disposizioni Anticipate di Trattamento). In pratica dovrebbe rifiutare i trattamenti sanitari e iniziare le cure palliative in attesa della morte. E' questa l'unica possibilità offerta attualmente dalla legge italiana.

L'Asl, dal canto suo, ribadisce che la Corte Costituzionale ha sollecitato il Parlamento a stabilire attraverso una norma le condizioni che devono sussistere e le modalità di esecuzione del suicidio assistito. Legge che ancora non c'è. "La risposta della direzione sanitaria - ribatte l'avvocato Gallo - disconosce la sentenza della Consulta che ha valore di legge. La politica dovrebbe recepire le richieste dei cittadini, ma spesso non è in grado di farlo e quindi attende che siano i giudici a pronunciarsi".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    suicidio assistitodj fabosentenza suicidio assistitoasl suicidio assistitodenunci aslluca coscioni denuncia asl
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari





    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.