A- A+
Cronache
Femminicidio a Trapani: 39enne uccisa dall'ex, poi lui scappa e si suicida
Marisa Leo

Trapani, non c'è tregua ai femminicidi: uccide la ex a colpi di pistola poi si toglie la vita 

Ennesimo femminicidio in Italia nel giro di pochi giorni. Questa volta si tratta di un omicidio-suicidio avvenuto nel trapanese. La vittima è Marisa Leo, 39 anni, uccisa dal suo ex compagno Angelo Reina, 42 anni. La coppia aveva una bimba ancora piccola. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo avrebbe attirato la donna, che era responsabile marketing e comunicazione della cantina Colomba Bianca di Mazara del Vallo, in campagna, in contrada Ferla, tra Marsala e Mazara del Vallo, per un incontro "chiarificatore". Qui le ha sparato almeno tre colpi di pistola. Poi è fuggito a Castellammare del Golfo e si è sparato un colpo di pistola mentre era sul viadotto. Indaga la Squadra mobile della questura di Trapani.

LEGGI ANCHE: Palermo, la ragazza stuprata minaccia il suicidio sui social

LA VITTIMA IERI IN AZIENDA, IL TITOLARE: "SORRIDENTE COME SEMPRE"

"Era serena. In azienda non l'avevamo vista preoccupata. Per quello che ne so io aveva avuto qualche problema in passato, ma sembrava aver raggiunto un equilibrio e che tutto andasse bene. Invece, questo equilibrio evidentemente si è spezzato...". A dirlo all'Adnkronos è Leonardo Taschetta, presidente delle Cantine Colomba Bianca, di cui Marisa Leo, uccisa a colpi di fucile nelle campagne tra Marsala e Mazara del Vallo (Trapani) dall'ex compagno che poi si è tolto la vita, era responsabile marketing e comunicazione. L'ultima volta l'aveva incontrata ieri. "Era al lavoro come sempre, sorridente. Abbiamo parlato di progetti, di cose da fare, per far crescere l'azienda e il territorio a cui lei era molto attenta. Lascia un vuoto incolmabile". 

Marisa, 39 anni e una bimba di 4 avuta con il suo assassino, si era occupata in passato anche di violenza contro le donne. Aveva partecipato a una campagna promossa dall'associazione 'Le Donne del Vino Sicilia' per il progetto 'Tu non sei sola'. Nel video abbraccia il suo pancione. E sorride. "Oltre a essere brava in azienda - dice Taschetta -, si occupava molto del sociale, degli ultimi. Era una persona sensibile, fantastica sotto ogni punto di vista". Stamattina, quando la notizia del suo omicidio si è diffusa, in azienda c'era incredulità. "E' stata una doccia ghiacciata, nessuno poteva aspettarsi quello che è accaduto - dice commosso -. Io la conoscevo da bambina. In azienda ha fatto un percorso di crescita, era con noi da otto anni occupandosi prima di customer service, poi di commerciale estero, ma la sua vocazione era il marketing". A lei Taschetta aveva delegato l'immagine dell'azienda. "Era intelligente, gentile, affabile, amava il suo lavoro. Siamo senza parole, sconvolti. Siamo qui a piangere senza capire come possano accadere certe cose". 

IL VIDEO DI MARISA LEO DEL 2019 CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Iscriviti alla newsletter
Tags:
femminicidiotrapani
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Von der Leyen rieletta, la lunga fila di eurodeputati in attesa di omaggiarla con abbracci e selfie

Home

Von der Leyen rieletta, la lunga fila di eurodeputati in attesa di omaggiarla con abbracci e selfie


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.