A- A+
Cronache

Sono oltre 40mila i lettori di note riviste a diffusione nazionale raggirati dal concorso a premi "Stappa e Vinci". Secondo quanto accertato dai finanzieri del Comando provinciale di Rovigo, da aprile a settembre 2012 ammonta a 100.228 euro la somma truffata dall'organizzatore, un padovano che, gia' arrestato per un reato dello stesso tipo, faceva transitare sul conto corrente di una societa' londinese i soldi incassati grazie alle chiamate a un numero telefonico che i "vincitori" facevano per riscuotere premi rivelatisi inesistenti.

Semplice quanto collaudato il meccanismo del "bidone". Le vittime, sulla base delle istruzioni contenute nei coupon inseriti nelle riviste, credevano di essersi aggiudicati gli allettanti premi messi in palio dalla societa' organizzatrice con sede a Porto Viro (Rovigo): per sceglierli e concordarne la consegna, i "fortunati" dovevano selezionare un certo numero, al quale una voce registrata li invitava a comporre un altro numero, questa volta a tariffazione speciale, senza fornire tale informazione. Il concorso di fatto terminava qui, poiche' oltre a vedersi addebitare in bolletta i costi esorbitanti del numero a tariffazione speciale, dei premi promessi nessuno ha mai piu' sentito parlare.

Grazie alla collaborazione di numerosi cittadini sentitisi danneggiati e degli editori che avevano pubblicato le schede di "Stappa e Vinci", all'attivita' di denuncia effettuata in appositi servizi de "Le Iene" e alla disponibilita' delle compagnie telefoniche interessate, la Guardia di finanza ha sequestrato per intero la somma truffata ai lettori. Il "cervello" del raggiro, gia' noto agli inquirenti per avventure dello stesso tipo, nella circostanza non e' stato aiutato dalla fortuna: le Fiamme gialle di Rovigo hanno individuato il maltolto su un conto corrente di passaggio presso una banca di Milano nel periodo in cui l'uomo era stato arrestato, su ordine della magistratura polacca, per un'altra presunta truffa a dei fornitori di merce. Una perdita di tempo prezioso che, insieme al certosino lavoro degli inquirenti, ha permesso di sequestrare l'intero importo truffato.

Tags:
truffaconcorsostappa vinci
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.