A- A+
Cronache
Un uomo per un milione di euro si mozza tre dita con la smerigliatrice

Un uomo per un milione di euro si mozza tre dita con la smerigliatrice. Le assicurazioni smascherano la tentata truffa

Un uomo nel Veneto ha finto di aver perso tre dita della mano destra in un incidente sul lavoro, ma in realtà le ha amputate, per cercare di incassare due polizze infortuni, con diverse compagnie per un massimale di un milione di euro in caso di invalidità. 

La frode assicurativa è costata una condanna a un anno e sei mesi di reclusione a un 39enne. A dare questa notizia è L'Arena, mentre il fatto risale al periodo compreso tra il luglio e il novembre del 2015. In particolare il protagonista aveva stipulato due polizze assicurative e raccontato la dinamica dell'incidente avvenuto mentre si trovava all'interno del suo esercizio.

Precisamente mentre stava per effettuare una manovra, aveva spostato una scala che si era agganciata al filo di una smerigliatrice sistemata su uno scaffale. Il macchinario, secondo l'uomo, nel cadere gli ha mozzato: l'indice, il medio e l'anulare della mano destra, nel tentativo di preservare il viso.

Le compagnie hanno in incaricato gli ispettori di verificare la fondatezza dell'infortunio insospettite da alcuni particolari del racconto. Ad esempio: a partire dall'inclinazione della ferita e dal fatto che se la smerigliatrice si fosse trovata sullo scaffale l'uomo non avrebbe avuto il tempo materiale di evitarla e quindi sarebbe stato colpito in pieno.

Entrambe le agenzie hanno simulato la vicenda ricostruendo la scena dell'incidente. Quindi i periti in azione hanno constatato che tirando il filo della smerigliatrice posizionata sullo scaffale, il primo a cadere era il corpo del macchinario e solo in seguito la parte con la lama. Non solo, l'accensione dell'attrezzo avviene dopo aver spinto in avanti un pulsante, che deve poi essere bloccato e si trova nel punto opposto alla parte tagliente.

L'uomo davanti a questa ulteriore contestazione ha sostenuto che sullo scaffale c'era anche un cacciavite e che quindi fosse stato l'utensile ad attivarla. Gli ispettori a questo punto hanno verificato e provato che sul pavimento non c'erano segni della caduta del macchinario.

Infine l'uomo non ha mai esibito il macchinario e ha affermato: "mi era stato prestato da un operaio". A questo punto, i periti hanno interpellato il proprietario della smerigliatrice, che ha ammesso la proprietà dell'oggetto e sostenendo di aver lavorato per l’imputato, ma di essere un informatico. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
si mozza le ditasmerigliatriceuomo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire





motori
CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.