A- A+
Cronache
Vaccino contro la chikungunya, crescono le speranze: lo studio

Chikungunya, crescono le speranze per il vaccino: lo studio 

Arrivano speranze per "combattere" la chikungunya (CHIKV), un virus proprio di alcune regioni dell’Africa, dell’Asia e delle Americhe, trasmesso dalle zanzare, che provoca degli attacchi improvvisi di febbre alta, forti dolori alle articolazioni, dolori muscolari e mal di testa. Come scrive l'Agi, il primo studio di fase 3, su un candidato vaccino si è rivelato generalmente sicuro e ha prodotto una risposta immunitaria. Lo dimostra lo studio dei ricercatori di Valneva Austria GmbH, azienda specializzata in vaccini, pubblicato su The Lancet.

La ricerca, condotta su adulti statunitensi sani, ha rivelato che una singola dose del candidato vaccino VLA1553 è generalmente sicura, ben tollerata e provoca una risposta immunitaria. Dopo una singola dose, il vaccino ha prodotto livelli di anticorpi neutralizzanti che si ritiene proteggano dalla malattia di chikungunya nel 99% dei partecipanti. I livelli anticorpali sono diminuiti 28 giorni dopo la vaccinazione, ma la sieroprotezione è persistita in oltre il 96% dei partecipanti, dopo sei mesi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chikungunyavaccino
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Politica

Affari in rete


in vetrina
Il miele italiano sta scomparendo: il clima pazzo manda in crisi le api

Il miele italiano sta scomparendo: il clima pazzo manda in crisi le api





motori
La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.