A- A+
Culture
Al via la prima edizione del Festival del Documentario: Visioni dal Mondo

Fino al 13 dicembre debutta all’UniCredit Pavilion di Milano il Festival
Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà. Un
appuntamento dedicato all’indagine e al racconto del mondo contemporaneo.
Martina Colombari, madrina della prima edizione del Festival

Milano, 1 dicembre 2015. Una suggestiva cornice per la prima edizione del Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà, che si terrà a Milano dall’11 al 13 dicembre nell’innovativo UniCredit Pavilion, il nuovo spazio polifunzionale di UniCredit in piazza Gae Aulenti 10, disegnato dall'architetto Michele De Lucchi e destinato a diventare un nuovo importante centro per la promozione della cultura e delle arti.
Il Festival, organizzato da UniCredit Pavilion e dalla società di produzione FRANKIESHOWBIZ, sarà dedicato interamente all’indagine e alla narrazione della contemporaneità, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, la media partnership di Rai, RaiNews24
e RaiCultura, il sostegno di Rai Cinema e la collaborazione di Istituto Luce-Cinecittà e di Doc/it, l’Associazione Documentaristi Italiani.

Con la direzione artistica di Fabrizio Grosoli, il Festival sarà un’occasione per riflettere sul mondo contemporaneo attraverso lo sguardo originale che emerge da opere di approfondimento e di
arte cinematografica, oltre che uno spazio e un’opportunità di espressione per autori e registi
che con coraggio e intelligenza si cimentano nella narrazione dell’oggi. Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà intende valorizzare e promuovere la diffusione, la conoscenza e la fruizione del cinema documentario italiano e internazionale, non solo come modello d’informazione, ma anche come narrazione, racconto originale e “Cinema della Realtà”.

“Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà – ha sottolineato Serena Massimi, Responsabile
UniCredit Pavilion Development Management – sarà un’ulteriore occasione che dimostra la
vocazione alla versatilità e all’apertura a diverse forme artistiche e culturali di UniCredit Pavilion,
sia dal punto di vista degli spazi messi a disposizione, sia della sua filosofia. Dopo questa prima edizione del Festival, ci auguriamo che la nostra struttura possa essere vissuta anche come la ‘casa del documentario’”. 
“Il Festival si propone come punto di riferimento sia per linguaggio che per i contenuti: una nuova direzione per scoprire, promuovere e aiutare i talenti in ambito italiano e internazionale, insieme alla riscoperta di grandi autori della storia del cinema documentario - sottolinea Francesco Bizzarri, Direttore Generale di Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà e CEO della FRANKIESHOWBIZ - Una proposta culturale di qualità, un festival aperto, piattaforma d'informazione e di approfondimento sul presente, ma anche un laboratorio per i giovani.

Attraverso Visioni dal Mondo, il pubblico non solo avrà la possibilità di apprezzare splendide
produzioni cinematografiche, ma anche di interrogarsi e confrontarsi su importanti tematiche
che appartengono al nostro quotidiano e alla nostra epoca, valutandole da punti di vista nuovi e
diversi. Questa è la prima edizione di Visioni dal Mondo – Immagini dalla Realtà, un appuntamento che si ripeterà con cadenza annuale e con l’ambizione di avere una programmazione sempre più ricca e articolata”.

Martina Colombari sarà la madrina del Festival Internazionale del Documentario Visioni dal
Mondo - Immagini dalla Realtà. Grazie anche alla sua esperienza come testimonial e volontaria
della Fondazione Francesca Rava, al suo impegno per Haiti e alla sua “visione dal mondo”, Martina Colombari diviene l’Ambassador naturale della prima edizione del Festival.

Il programma del Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo – Immagini dalla
Realtà, prevede:

1. la sezione dedicata al concorso rivolto ai giovani cineasti italiani “Storie dal Mondo
Contemporaneo”
2. la sezione Fuori Concorso, con l’anteprima di importanti produzioni italiane e
internazionali realizzate tra il 2014 e il 2015
3. la sezione Omaggio a Rai Cinema che vedrà alcune delle produzioni Rai Cinema di film
documentari più significativi degli ultimi anni
4. gli eventi speciali:
le Masterclass con protagonisti i registi Gianni Amelio e Erik Gandini
la Tavola Rotonda dedicata al tema “Le immagini del reale oggi, tra news, reportage e con
la partecipazioni di nomi illustri del giornalismo, del cinema documentario, della
produzione e distribuzione.
1. CONCORSO “STORIE DAL MONDO CONTEMPORANEO”
Elemento centrale del Festival sarà il concorso italiano “Storie dal Mondo Contemporaneo”,
rivolto ai giovani cineasti italiani. Importante il dato di partecipazione con 200 i titoli pervenuti, tra i quali sono state selezionate le 12 opere inedite in concorso per la proiezione in anteprima al Festival.

In palio:
il Premio UniCredit Pavilion che verrà assegnato da autorevoli giurati, provenienti dal
mondo del cinema, della cultura e della televisione:
Monica Maggioni, giornalista e
Presidente RAI Radiotelevisione Italiana; Ferruccio de Bortoli, giornalista e Presidente di
Vidas e della casa editrice Longanesi; Serena Massimi, Responsabile UniCredit Pavilion
Development Management; Marco Bertozzi, cineasta, saggista e storico del cinema
documentario, docente all’Università IUAV di Venezia; Guido Chiesa, regista.
 il Premio UniCredit Pavilion Giovani, attribuito da una Giuria composta da studenti delle
facoltà e delle scuole di cinema milanesi più rappresentative: IULM, Università Cattolica del
Sacro Cuore di Milano, IED – Istituto Europeo di Design, Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Civica Scuola di Cinema, Centro Sperimentale
di Cinematografia.
il Riconoscimento Rai Cinema, Rai Cinema sceglierà un titolo in concorso che verrà
premiato con l’acquisizione dei diritti televisivi per le Reti Rai.
Il Riconoscimento Rai Cinema
sarà dedicato a Franco Scaglia, per lunghi anni Presidente di Rai Cinema, recentemente
scomparso.
 

I titoli in concorso:
 FUKUSHIMA: A NUCLEAR STORY di Matteo Gagliardi
 KILLA DIZEZ, VITA E MORTE AL TEMPO DI EBOLA di Nico Piro
 MEGLIO UN GIORNO di Elena Rebeca Carini e Ilaria Giangrande
 NOTE DOLENTI di Nino Sabella
 OTHER THAN OUR SEA di Valentina Ferrandes
 PEQUEÑAS MENTIRAS PIADOSAS (Piccole Bugie Pietose) di Niccolò Bruna
 QUELLO CHE RESTA di Michael Beltrami
 REDEMPTION SONG (Canto di Redenzione) di Cristina Mantis
 REVELSTOKE, UN BACIO NEL VENTO di Nicola Moruzzi
 STELLA CIAO di Vito Robbiani
 WANDERLUST di Claudia Galeazzi
 WIDE BLUE DELIVERY di Alessandro Cattaneo
 

2. SEZIONE FUORI CONCORSO
Il Festival presenterà un’interessante selezione tra i più recenti e migliori lungometraggi del
panorama internazionale dedicati a importanti temi di attualità, diretti da autori di fama e insigniti di prestigiosi riconoscimenti in diversi Paesi:
 In anteprima: THE SWEDISH THEORY OF LOVE (La Teoria Svedese dell’Amore) di Erik
Gandini. Esplora la vera natura dello stile di vita svedese, una società che ha creato le
persone più individualiste di tutto il mondo. Il film documentario si conclude con un’inedita
intervista al sociologo Zygmunt Bauman. (Svezia)
 In programma: REGISTRO DI CLASSE Libro Primo (1900-1960) e in anteprima REGISTRO DI
CLASSE Libro Secondo (1968-2000) di Gianni Amelio e Cecilia Pagliarani. In un viaggio
lungo più di un secolo, insegnanti, bambini, genitori di ogni parte d’Italia raccontano la
storia della scuola dell’obbligo, vissuta in prima persona tra grandi aspettative e delusioni
spesso profonde. (Italia)
 In anteprima: ASTROSAMANTHA, La donna dei record nello spazio di Gianluca Cerasola
documentario sull’astronauta Samantha Cristoforetti. Una proiezione che anticipa l’uscita
nelle sale cinematografiche prevista nella Primavera 2016. (Italia)
 In programma: WARD 54 di Monica Maggioni. Ward 54 è il braccio psichiatrico del Walter
Reed, l’ospedale dei veterani di Washington D.C.. (Italia)
 In anteprima: ESULI di Barbara Cupisti. Gli esuli del Terzo Millennio, la trilogia che affronta il tema degli esuli da tre punti di vista differenti: Esuli-Le Guerre, Esuli-Tibet, EsuliL’ambiente.
(Italia)
 In anteprima: HIP HOP-ERATION di Bryn Evans. La storia del gruppo Hip Hop più “anziano”
al mondo e del loro viaggio per esibirsi ai Campionati Mondiali di Hip Hop a Las Vegas.
(Nuova Zelanda)
 In anteprima: HORIZONTES (Orizzonti) di Eileen Hofer. Protagonista è Alicia Alonso, l’étoile
cubana che ha conquistato il pubblico di tutto il mondo. Ancora oggi, all'età di novant'anni,
Alicia continua a incentivare i sogni dei giovani ballerini che cercano di seguire le sue orme.
(Svizzera)
 In anteprima: THE MAN WHO MENDS WOMEN (L’uomo che cura le donne) di Thierry
Michel. La storia del medico-ginecologo Denis Mukwege che da più di 15 anni si dedica alla
cura delle donne vittime di stupro nel Congo. (Belgio)
 In anteprima: CHANTE TON BAC D’ABORD (We Did it on a Song) di David André La storia
tumultuosa di un gruppo di amici di Boulogne-sur-Mer, una città duramente colpita dalla
crisi. Un anno tra sogni e disillusione vissuto da adolescenti tra canzoni e poesie vera.
Risate e commozione. (Francia)
 In anteprima: LA LINEA SOTTILE di Nina Mimica e Paola Sangiovanni. Due storie si
intrecciano, narrano di due guerre dei primi anni Novanta da due diversi punti di vista,
quello di Bakira, una donna bosniaca sopravvissuta alle violenze della guerra nella exJugoslavia
e quello di Michele, un ex soldato italiano di una missione internazionale di pace
in Somalia, il cui contingente è stato responsabile di violenze contro la popolazione civile.
(Italia – Croazia)
 In anteprima: NESSUNO MI TROVERÀ di Egidio Eronico. La scomparsa, in circostanze
misteriose, di Ettore Majorana, geniale fisico teorico siciliano. (Italia)
 In programma: YALLA! NEW MEDIA AND PEACE (Yalla! I nuovi media e la pace) di Flaminia
Lubin. In che modo i media tradizionali influenzano l’interpretazione degli scenari di guerra
in Medio Oriente? Si limitano a interpretare o fanno qualcosa di più, influenzando prese di
posizione e decisioni? L’informazione in tempo di guerra, così si dice, è conflitto mediatico,
si confonde sempre con la propaganda e a ogni verifica concreta c’è sempre qualcosa che
non torna. Vale anche per i nuovi media? Oppure c’è da sperare che il web contribuisca a
creare una cultura diversa, orientata verso la pace e l’accettazione dell’altro? A queste e ad
altre domande tenta di dare una risposta un documentario di grande interesse. In lingua
araba, «Yalla» significa «andiamo», «Let’s do it». È un termine molto usato nello slang
ebraico, anche in segno di approvazione. (Italia)
 

3. SEZIONE OMAGGIO A RAI CINEMA
All’interno di questa sezione saranno proposte al pubblico alcune prestigiose produzioni Rai
Cinema di film documentari tra i più significativi degli ultimi anni:
 I tre film IL CASTELLO, MATERIA OSCURA e L’INFINITA FABRICA DEL DUOMO, omaggio a
Massimo D’Anolfi e Martina Parenti. “Il Castello” racconta l’aeroporto di Malpensa, un
luogo in cui la burocrazia, le procedure e il controllo mettono a dura prova la libertà degli
individui, degli animali e delle merci che da lì transitano. “Materia Oscura”, racconta un
luogo di guerra in tempo di pace. Lo spazio del film è il Poligono Sperimentale del Salto di
Quirra, regione della Sardegna compresa tra le province di Cagliari e Nuoro, dove per oltre
cinquanta anni i governi di tutto il mondo hanno testato - armi nuove - e dove il governo
italiano ha fatto brillare i vecchi arsenali militari compromettendo inesorabilmente il
territorio. “L’Infinita Fabbrica del Duomo” racconta la storia della nascita e del continuo
mantenimento del Duomo di Milano attraverso i secoli. (Italia)
 TRIANGLE di Costanza Quatriglio. Triangle è il nome della fabbrica tessile che prese fuoco
nel 1911 a New York causando la morte di 146 persone
. Un evento accostato alla tragedia
di Barletta in Puglia nel 2011 dove le operaie tessili morirono sotto le macerie di un
maglificio fantasma. Estratta viva da quelle macerie, Mariella assume su di sé tutto il peso
del mondo. Con lei viviamo il ritorno alla condizione preindustriale e la necessità di un
nuovo inizio, ma anche l’irriducibile orgoglio di chi sa che far bene il proprio lavoro è il
gesto più compiuto di ogni essere umano. (Italia)
Omaggio a Franco Scaglia TRE VOLTE GERUSALEMME di Simone Aleandri. Un
documentario che s’inoltra dentro Gerusalemme insieme a tre intellettuali e studiosi: un
cristiano, un musulmano e un ebreo. (Italia)

LOOKING FOR KADIJA di Francesco Raganato. Dopo la sconfitta dell'esercito italiano in
Nord Africa, un ufficiale di cavalleria, Amedeo Guillet, assunse il comando della resistenza
eritrea contro l'esercito inglese. Al suo fianco Kadija, la bellissima figlia di un capotribù
locale. Dopo oltre mezzo secolo una troupe italiana giunge in Eritrea per preparare un film
dedicato a questa grande storia di amore ed eroismo. (Italia – Eritrea)
 LUCE MIA di Lucio Viglierchio. Affronta la malattia come percorso. Motore di cambiamenti
radicali e momento per ripensare a se stessi e al proprio posto nel mondo. Un modo per
testimoniare la difficoltà di un percorso ma anche per ripensare all'approccio alla vita dopo
e durante la malattia. (Italia)
 

4. EVENTI SPECIALI
 La Masterclass di apertura del Festival, venerdì 11 dicembre, con protagonista il regista
vincitore di numerosi premi internazionali Gianni Amelio, condotta dal critico
cinematografico Tatti Sanguineti, che sarà presente anche alla proiezione in anteprima di
Registro di Classe Secondo Libro.
 La Masterclass di sabato mattina, 12 dicembre, con protagonista il regista italo-svedese di
Videocracy Erik Gandini, che presenzierà all'anteprima italiana del suo ultimo
documentario The Swedish Theory of love (La Teoria Svedese sull’Amore).
 La Tavola Rotonda di domenica mattina, 13 dicembre, dedicata al tema “Le immagini del
reale oggi, tra news, reportage e documentario”, condotta dal Professor Marco Bertozzi,
cineasta, saggista e storico del cinema documentario, docente all’Università IUAV di
Venezia, con la partecipazione di nomi illustri del giornalismo, del cinema documentario,
della produzione e distribuzione: Monica Maggioni, giornalista e Presidente RAI
Radiotelevisione Italiana; Ferruccio de Bortoli, giornalista e Presidente di Vidas e della casa
editrice Longanesi; Andrea Segre, regista di cinema documentario e di finzione; Pio
d’Emilia, giornalista; Matteo Scanni, giornalista, regista e drammaturgo italiano;
Gianfilippo Pedote, produttore cinematografico; Dario Barone, amministratore unico di
CDI-Camera Distribuzioni Internazionali.

Il Comitato d’Onore, che supporta a livello istituzionale il Festival, è presieduto da Maurizio
Beretta, Responsabile Identity e Communications UniCredit e Presidente del Comitato d’Onore; ed
è composto da Costanza Esclapon, Direttore Relazione Esterne Ra
i e membro del Consiglio di
Amministrazione Rai Cinema; Agnese Fontana, Presidente Doc/it; Gian Battista Canova, Preside
della Facoltà di Comunicazione, Relazioni pubbliche e Pubblicità della Libera Università IULM;
Raffaele De Berti, Professore Associato di Cinema, Fotografia e Televisione
Università degli Studi di Milano Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali; Elena Dagrada,
Professore Ordinario di Cinema, Fotografia, Televisione e Nuovi Media Università degli Studi di
Milano Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali; Ruggero Eugeni, Professore Ordinario di
Semiotica dei Media Dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo Università
Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Mariagrazia Fanchi, Professore Associato Dipartimento di
Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano;
Piergiorgio Gay, Coordinatore e docente dell’Istituto Europeo di Design di Milano; Laura Zagordi, Direttore della Civica Scuola di Cinema; Bartolomeo Corsini, Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia; Alberto Di Rubba, Presidente Film Commission Lombardia.

BACKGROUND
Il Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo - Immagini dalla Realtà, nasce da un’intuizione di Francesco Bizzarri, Direttore generale di “Visioni dal Mondo - Immagini dalla realtà” e CEO della FRANKIESHOWBIZ, che scaturisce dalla passione per i film documentari e dal desiderio di far conoscere sempre più al grande pubblico i “film del reale” per farli diventare un genere “popolare”. Il Festival diventa realtà grazie all’incontro con Serena
Massimi, Responsabile UniCredit Pavilion Development Management, che ha creduto nel progetto e ha deciso di ospitarlo a Milano in una location nuova e prestigiosa come l’UniCredit Pavilion; e grazie anche alla collaborazione con importanti partner come la RAI e alla direzione artistica curata da Fabrizio Grosoli.

Una scommessa che si annuncia vincente, come dimostrano alcuni dati e curiosità del settore:
 oggi escono nelle sale cinematografiche numerosi film documentari (cosa che non accadeva anni fa);
 più di 50 i film documentari usciti nelle sale cinematografiche italiane nel 2014 (ad oggi il dato 2015 dovrebbe
superarlo);
 sono recentemente nate delle società di distribuzione che si occupano esclusivamente di film documentari
(come ad esempio I Wonder Pictures e Wanted Cinema che a listino hanno solo documentari);
 i festival internazionali generalisti, come Cannes, Berlino e Venezia, presentano film documentari nelle sezioni
principali (ad esempio: Janis – sulla vita di Janis Joplin - è stato presentato quest’anno alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ed è attualmente nelle sale cinematografiche; Gianfranco Rosi ha vinto con Sacro Gra il Leone d’Oro a Venezia nel 2013 come miglior film);

Francesco Bizzarri
Direttore generale di “Visioni dal Mondo – Immagini dalla realtà” e CEO della FRANKIESHOWBIZ
Francesco Bizzarri, uno dei dirigenti fondatori della pay tv Telepiù nel 1991, è stato executive vice-president sales and marketing della pay-tv, direttore generale di Videomusic la prima tv musicale italiana, direttore generale di New Media sales (concessionaria pubblicitaria del gruppo Marcucci), amministratore delegato di Cartuno, società di format del gruppo Settimana Enigmistica. Direttore generale di Nodalis (società di telecomunicazioni del gruppo Marcucci), è
stato anche consigliere di amministrazione di Tiscali dal 2005 al 2009. Dal 2003 inizia la sua attività di consulente indipendente area strategie, contenuti e produzioni per diversi gruppi media come Sky Italia, Rcs-Digicast, Raisat/Sky, gruppo De Agostini Digital e tv, Chello-zone, Nbc-Universal Italia, Gambero Rosso Channel. Ha collaborato con
Polivideo ad importanti produzioni per la pay tv e per la free tv come il talk show Protagoniste con Anna Galiena, programmato sul canale Lei (Rcs Rizzoli). Nel 2013 ha co-prodotto il biopics ‘Io sono nata viaggiando’, una docufiction sulla vita di Dacia Maraini, con Dacia protagonista. Ha al suo attivo diverse produzioni per canali televisivi pay. Oggi è CEO della FRANKIESHOWBIZ srl e Direttore Generale del Festival Visioni dal Mondo – Immagini dalla realtà.

Fabrizio Grosoli
Direttore artistico di “Visioni dal Mondo – Immagini dalla realtà”
Critico e giornalista cinematografico, produttore e distributore. È stato redattore del mensile Ciak e autore di diverse pubblicazioni (tra cui una monografia su Werner Herzog). Ha fatto parte del comitato di selezione della Mostra del Cinema di Venezia e del Festival del Film di Roma, ha diretto i Festival RiminiCinema e Bellaria Film Festival. Ha vissuto tutta l'esperienza della prima pay-tv italiana, TELE+, dove è stato responsabile della programmazione cinematografica
e poi, come commissioning editor di film documentari, ha contribuito alla produzione di diverse decine di opere italiane. Ha prodotto film documentari per le società Fandango e Vivo Film, è stato consulente per le acquisizioni di film di fiction e documentari per le società Fandango e Officine UBU. Attualmente è, tra l’altro, direttore artistico del Trieste Film Festival e strategic consultant per le acquisizioni della società I Wonder Pictures e per il Biografilm Festival di Bologna.

Tags:
documentario-cinema-festival-unicredit
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.