A- A+
Culture

«Argo» vincitore indiscusso: eccezionalmente e a sorpesa annunciato da Michelle Obama, in diretta dalla Casa Bianca, l'Oscar per il miglior film è andato alla pellicola di Ben Affleck ambientata nell'Iran del 1979. La storia vera dell'incredibile missione architettata dalla Cia per salvare sei funzionari americani bloccati a Teheran, camuffati da troupe cinematografica in cerca di location per una produzione hollywoodiana, ha conquistato anche i membri dell'Academy, dopo il trionfo ai Golden Globe e ai Bafta Awards. Il maggior numero di statuette è invece andato a «Life of Pi» di Ang Lee. Daniel Day-Lewis ha portato a casa la sua terza statuetta come miglior attore per «Lincoln« e Jennifer Lawrence è stata incoronata come miglior attrice per «Silver Linings Playbook». Rimane a mani vuote Steven Spielberg, che torna a casa senza la statuetta come miglior film o miglior regista, dopo che il suo «Lincoln» aveva ottenuto 12 nomination. L'Oscar come miglior film straniero è andato ad «Amour», del regista austriaco Michael Haneke.

«Zero Dark Thirty» di Kathryn Bigelow ha un solo Oscar, per il miglior montaggio sonoro), o «Re della terra selvaggia», folgorante esordio di Benh Zeitlin rimasto senza alcun riconoscimento. Oltre al titolo di miglior film, «Argo» ha anche vinto i premi per la miglior sceneggiatura non originale e per il miglior montaggio.

La grande sorpresa della serata è arrivata dall'Oscar per il miglior regista, dove Ang Lee («Vita di Pi») è stato preferito al grande favorito Steven Spielberg («Lincoln»). Il film dell'autore taiwanese, ispirato al romanzo omonimo di Yann Martel, ha ottenuto in totale quatto statuette (record della serata): oltre alla regia, è stato premiato per gli effetti speciali (grazie a un uso innovativo della computer grafica), per la fotografia e per la colonna sonora. In quest'ultima categoria, tra gli sconfitti troviamo Dario Marianelli, unico italiano in gara, compositore di «Anna Karenina» di Joe Wright.
 
Ampiamente annunciato il premio a Daniel Day-Lewis («Lincoln»), già miglior attore protagonista ne «Il mio piede sinistro» (1990) e «Il petroliere» (2008), arrivato ad alzare il suo terzo Oscar per la mimetica interpretazione del sedicesimo presidente degli Stati Uniti.

Tags:
argooscarben affleck
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.