A- A+
Culture
Bmta 2021: "Non solo archeologia ma un turismo diverso, attento alla natura"

La Borsa mediterranea del turismo archeologico, unico evento internazionale del settore, già programmata a Paestum dal 19 al 22 novembre è rinviata ad aprile 2021. Lo ha ricordato l’ideatore e direttore della Borsa, Ugo Picarelli, nel corso del webinar “Ma che ruolo abbiamo noi”, il tour virtuale in dieci tappe sul tema della responsabilità dell’uomo nei confronti dell’ambiente, promosso da Mario Tozzi. “Abbiamo ritenuto di non annullare la XXIII edizione per assicurare a tutti i protagonisti soprattutto sicurezza, posticipandola al 2021, da giovedì 8 a domenica 11, lasciando immutato il programma anche negli orari, come già previsto per l’edizione di novembre.

Per la Borsa, ha ricordato Picarelli, nel corso del webinar sulla città di Salerno, si tratta della XXIII edizione: nata nel 1998, “l’anno che ha visto il riconoscimento dell’Unesco all’area archeologica di Paestum in quanto racchiude in sè gli aspetti naturalistici, paesaggistici e del passato”. La manifestazione si è sempre contraddistinta per la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio e degli itinerari storici, considerati un’eredità da difendere. “In questo contesto si inserisce il Premio di archeologia intitolato a Khaled al-Asaad  direttore dei beni archeologici di Palmira e del Museo, trucidato nel 2015 per voler difendere la città da parte dei miliziani dell’Isis. La difesa epica del patrimonio storico e archeologico della città siriana viene annualmente ricordata con questo premio che è l'unico riconoscimento a livello mondiale dedicato al mondo dell'archeologia, in particolare ai suoi protagonisti, gli archeologi, che con sacrificio, dedizione, competenza e ricerca scientifica affrontano quotidianamente il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio”.

L’obiettivo della Borsa, ha affermato Picarelli,  non è solo quello di rilanciare il turismo archeologico, ma quello di riqualificare l’offerta complessiva del settore con ”un’offerta diversa, più esperienziale, più vicina alla natura”. Come la creazione di un itinerario turistico europeo, lo sviluppo delle aree marine protette, da quelle di Baia Domizia a quelle della Sicilia, le destinazioni culturali minori, capaci di generare valore in tutti i suoi aspetti. “Non si dimentichi -ha concluso Picarelli- che il decalogo della Borsa ha contribuito a promuovere il riconoscimento Unesco della Dieta mediterranea, nata proprio qui a Pioppi, alla bandiera Blu al litorale di Paestum, una una mobilità sostenibile. Non solo, dunque, cultura ed archeologia, ma anche il mangiare sano a chilometro zero”.

Commenti
    Tags:
    paestumbmtadietaunesco
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Torna il Signore degli anelli Stavolta sarà una serie su Amazon

    Spettacoli

    Torna il Signore degli anelli
    Stavolta sarà una serie su Amazon

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, ancora maltempo sull'Italia: in arrivo piogge, freddo e temporali

    Meteo, ancora maltempo sull'Italia: in arrivo piogge, freddo e temporali


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia

    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.