A- A+
Culture
Buon compleanno Alice! Il film Disney festeggia 70 anni

Sono passati esattamente settant’anni da quando uscì dapprima in tutte le sale cinematografiche e poi in tv uno dei cartoni animati più amati di sempre, pezzo forte nella collezione dei film Disney dedicati alle favole. Alice nel Paese delle Meraviglie vide infatti la luce nel 1951 negli Stati Uniti diretto da Hamilton Luske, Wilfred Jackson e Clyde Geronimi, regista, animatore e fumettista italiano – lombardo, per la precisione – in seguito divenuto a tutti gli effetti cittadino americano.

Fu a New York, presso i prestigiosi Hearst studios, che iniziò a decollare la carriera di Geronimi, tanto che non passò molto tempo prima di essere chiamato dall’allora Direttore della Disney per diventare parte della squadra. Suoi sono cartoni animati indimenticabili come La carica dei 101, I tre caballeros, Cenerentola e, appunto, Alice nel Paese delle Meraviglie. Proprio questi ultimi gli permisero di ottenere due nomination al Leone d’Oro della Mostra del Cinema di Venezia, in due anni consecutivi molto fortunati.

In Italia Alice nella sua versione cartoon arrivò il 6 dicembre dello stesso anno e fu un immenso successo, riempiendo le sale in occasione del Natale per la gioia di migliaia di bambini. D’altra parte la storia era già nota, poiché tratta dall’omonimo libro di Lewis Carroll. Come accadde per Peter Pan, a ben vedere c’è da confondersi un po’ le idee tra titoli di romanzi e di film: l’opera di Carroll vide infatti più di una versione e svariate traduzioni in italiano, sebbene il definitivo Alice’s Adventures in Wonderland viene datato nel 1865, ovvero quasi un secolo prima che la Disney ne acquistasse i diritti.

In questo lungo arco temporale la storia di Alice divenne una delle favole più lette a livello mondiale; eppure, non bisogna dimenticare che dietro al romanzo di Carroll c’è molto più di una semplice storia per bambini: si tratta, infatti, di una storia complessa e altamente simbolica, che nasconde significati ormai ampiamente studiati da illustri letterati e critici.

A sua volta, il film Disney fuse insieme il libro originale con Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò, una sorta di seguito del primo libro scritto da Carroll nel 1871, cosicché l’idea che noi uomini moderni abbiamo di Alice nel Paese delle Meraviglie non corrisponde del tutto a ciò che l’autore intendeva trasmettere attraverso le sue due distinte opere.

 

Alice al cinema

Alice al cinema[1107]
 

Nel corso dei decenni sono stati diversi i tentativi di riportare in tv e al cinema un cartone animato che, seppur restaurato, andava perdendo attualità. Oggi si guarda a quel fenomeno di massa prodotto dalla Disney attraverso la chiave del vintage, che lo rende forse ancora più affascinante, ma non è sempre stato così; ad ogni modo, una favola di tale potenzialità non poteva lasciare indifferenti le menti geniali dei registi sparsi per il pianeta.

Una di queste fu quella di Tim Burton, che nel 2010 diede vita all’esperimento probabilmente più riuscito di trasformazione del cartone in film d’animazione. Con uno strepitoso Johnny Depp nei panni del Cappellaio Matto, Anne Hathaway nelle vesti della Regina Bianca, Helena Bonham Carter nella Regina Rossa e la giovane Mia Wasikowska a interpretare Alice, Burton dà sfogo a tutta la sua immaginazione cogliendo in particolare l’aspetto oscuro e inquietante del romanzo originario, quasi fosse riuscito a guardare dentro gli ingranaggi della mente di Lewis. Ne esce fuori un film dallo stile gotico di eccelsa caratura, vincitore del Premio Oscar per la Migliore Sceneggiatura e i Migliori Costumi, oltre a una lunga serie di altri notevoli riconoscimenti.

Non raggiunse la stessa fama il suo seguito, Alice attraverso lo specchio, uscito nel 2016 con i medesimi attori ma senza il genio creativo di Burton, a cui si sostituì il regista James Bobin. Neppure i numerosi tentativi che vennero fatti prima e dopo Burton, talvolta manipolando volutamente la storia verso la fiaba romantica o al contrario il thriller/horror, ebbero uguale fortuna.  

Citiamo infine la serie statunitense C’era una volta nel Paese delle Meraviglie, andata in onda durante la stagione televisiva 2013-2014 sulla rete televisiva ABC e in Italia trasmessa nel 2015 da Rai Due. Il fatto che in pochi la si ricordi ci dà il metro di paragone rispetto al colosso di Burton.   

 

Alice nell’editoria

Alice nell'editoria[1108]
 

Non si pecca di eccessività se si afferma che sono stati migliaia i libri di vario genere pubblicati attorno al tema di Alice nel Paese delle Meraviglie dalla prima edizione di Lewis Carroll ad oggi: tra questi, si annoverano remake in stile fantasy, romantico, adattamenti semplificati per bambini, reinterpretazioni in chiave moderna, spesso esaltandone la parte gotica sulla scia del film di Burton. Sono però altrettante le edizioni che mantengono la favola originaria e puntano invece sulle illustrazioni, il formato, le caratteristiche visive di estetica.

Tra le innumerevoli pubblicazioni che attualmente si possono trovare in commercio in Italia, ne abbiamo selezionate tre tra quelle apparse negli ultimi anni, da considerarsi a nostro parere eccellenti tanto per il format quanto per la fattura.

La prima è Alice nel Paese delle Meraviglie & Al di là dello specchio edita dalla casa editrice Ippocampo, con le splendide illustrazioni di MinaLima. Il libro nasce come traduzione di un’identica versione in lingua originale e in Italia è stato fuori catalogo per lungo tempo, divenendo di fatto un pezzo raro da collezione venduto a cifre piuttosto alte. Per fortuna, da questo mese il titolo è tornato disponibile grazie a una ristampa molto attesa e altrettanto richiesta: si tratta, infatti, di una vera e propria esperienza visiva e didattica che supera i limiti del classico piano editoriale per coinvolgere i bambini attraverso l’utilizzo di illustrazioni speciali, giochi, figure componibili ed altri elementi interattivi strabilianti.

A occuparsi della grafica è stato MinaLima Design di Miraphora Mina ed Eduardo Lima, ben noti nel settore grazie alla decennale partecipazione a film di successo, tra cui la celebre saga di Harry Potter, Sweeney Todd, The Imitation Game e Animali fantastici. Insomma, un’esperienza unica e straordinaria tanto per i bambini quanto per gli adulti, che si colloca all’interno di una collana interamente dedicata alle favole (La Sirenetta & altre fiabe, Peter Pan, La bella e la bestia, ecc).

La seconda edizione da non perdere è il BUR stampato da Rizzoli nella serie dei Classici Deluxe, che stanno spopolando in tutte le librerie. La cover luminosa e colorata attrae la vista ed è subito un piacere per gli occhi, i quali trovano poi ulteriore gioia sfogliando il volume: la storia vera e propria è infatti arricchita da illustrazioni in bianco e nero e note a margine di Martin Gardner, giornalista, filosofo, nonché padre della matematica ricreativa.

L’idea è a dir poco geniale perché permette finalmente di entrare davvero dentro il ricco mondo che l’autore Lewis Carroll ebbe intenzione di creare, cosicché per la prima volta è possibile leggere questo testo con la necessaria guida di cui necessita per essere compreso fino in fondo. Scrive Gardner nell’Introduzione all’edizione definitiva di Alice annotata: “Diciamolo subito: c’è un che di assurdo nell’idea di un’Alice annotata (…) ma nessuna storiella fa ridere se non la si capisce; e a volte una spiegazione è necessaria. Nel caso di Alice ci troviamo davanti a un genere di nonsenso (nonsense) molto curioso e complicato, scritto per lettori britannici di altro secolo, e se vogliamo catturare tutto il sapore e lo spirito del testo, abbiamo bisogno di sapere moltissime cose che non vi si trovano”.

Alice nel Paese delle Meraviglie dei Classici BUR Deluxe Rizzoli si trova in libreria con la traduzione di Masolino D’Amico.

La terza e ultima edizione che abbiamo selezionato per questo speciale sulla nostra eroina è Alice, Dorothy & Wendy, un fantastico Oscar Draghi edito da Mondadori che racchiude le storie di tre bambine straordinarie: l’Alice che ormai conosciamo nata dall’immaginazione di Lewis Carroll, la protagonista del celeberrimo Il Mago di Oz di Lyman Frank Baum e l’amatissima Wendy di Peter Pan, descritta dalla penna di James Matthew Barrie.

Si tratta di tre piccole donne che hanno in realtà molto in comune: dal coraggio all’amore per la conoscenza, dalla curiosità ingenua dei bambini a quella presa di consapevolezza tipica di un’età in cui si diventa adulti molto velocemente, dalla capacità di credere nella fantasia e nel suo potere terapeutico alla forza tutta femminile che sprigionano.

In questo bellissimo volume da collezione, lodevole per la cura che la Mondadori mette nei suoi imponenti Oscar Draghi, i tre romanzi più famosi e amati di sempre vengono racchiusi insieme in una sorta di raccolta, che resterà nelle nostre librerie come un bagaglio culturale eterno, piacevolmente accompagnato da illustrazioni e motivi in bianco e nero.

 

Alice su Audible

Alice su Audible[1109]
 

Per chi infine preferisse gli audiolibri, da ascoltare magari durante un viaggio in auto con i bambini, svariate sono le proposte di Audible. Ci sono, ad esempio, Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie lette da Anna Foglietta, apprezzata attrice italiana. La produzione è di Emons Edizioni e la storia supera di poco le tre ore.

Collina d’oro mette invece a disposizione i due romanzi separatamente: Alice nel Paese delle Meraviglie e Alice attraverso lo specchio, entrambi interpretati da Silvia Cecchini.

Una versione abbreviata, alleggerita dalla presenza della musica per catturare l’attenzione dei più piccoli, è quella che vede come voce narrante Daniele Fior, realizzata da Locomoctavia Audiolibri.

Infine, menzioniamo Alice nel Paese delle Meraviglie dell’editore GoodMood, dove una veloce narrazione di una mezzora tiene i bambini incollati all’ascolto grazie alla presenza di più attori ad interpretare i vari personaggi.

Non mancano chiaramente gli audiolibri in inglese, per chi volesse ascoltare il testo originale.    

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    alice nel paese delle meraviglie70 anni alice nel paese delle meraviglie
    in evidenza
    Diversity&Inclusion, l'impegno di FS Italiane per le pari opportunità

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Diversity&Inclusion, l'impegno di FS Italiane per le pari opportunità

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen ID.5 e ID.5 GTX, il SUV coupé 100% elettrico arriva in Italia

    Volkswagen ID.5 e ID.5 GTX, il SUV coupé 100% elettrico arriva in Italia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.