A- A+
Culture
"Callao Man", una nuova specie umana scoperta in una grotta nelle Filippine
Scavi Homo Luzonensis

L'album della famiglia umana ora ha un'altra pagina. La foto del nuovo arrivato è sfocata, sbiadita dai ciuffi asiatici - è conosciuta solo attraverso pochi denti, un femore e le ossa del piede e della mano - ma la sua irruzione conferma che i paleontologi sono ancora lontani dall'aver esplorato qualsiasi diversità esistente nelle scienze umane. L'Homo Luzonensis viveva a Luzon, la più grande isola delle Filippine, oltre 50.000 anni fa. Tredici resti fossili, attribuiti ad almeno tre individui distinti, sono descritti nella rivista inglese Nature dell'11 aprile.

Ogni volta che proviamo a definire una nuova specie appartenente al genere Homo, ci saranno dibattiti infiniti tra i paleoantropologi. Ma Florent Detroit (Museo Nazionale di Storia Naturale, Parigi), il primo firmatario dello studio della Natura, ritiene che l’Homo luzonensis soddisfi perfettamente il criterio più discriminante: "È diverso da tutto ciò che già conosciamo! Una miscela di caratteri arcaici e moderni che arricchiscono la diversità del genere Homo, un gruppo apparso più di 2,5 milioni di anni fa e definito da tre criteri: un bipedalismo permanente, l’aumento del volume cerebrale e l’uso di strumenti.

Il primo dei fossili filippini è stato trovato nella grotta di Callao nel 2007 da Armand Salvador Mijares (Museo Nazionale delle Filippine). Era un metatarso (un osso del piede) che aveva una forma strana e avrebbe potuto essere datato almeno a  67.000 anni fa. "Non corrispondeva all’Homo sapiens, ma con un osso, non potevi andare oltre nella ricerca". Ricorda Florent Detroit, che il suo collega filippino chiese di analizzare questo metatarso.

La scoperta nel 2003 sull'isola di Flores, nella vicina Indonesia, di Homo floresiensis, rapidamente ribattezzata "Hobbit", a causa delle sue piccole dimensioni e grandi piedi, aveva persuaso Armand Salvador Mijares che anche nelle Filippine, valesse la pena "scavare più a fondo". Fino ad allora, si riteneva generalmente che l'arcipelago fosse stato occupato dall'uomo solo durante il periodo neolitico, meno di 10.000 anni fa, e solo gli strati superiori dei siti archeologici erano stati esplorati.

Commenti
    Tags:
    callao manhomo luzonensisritrovamento homo luzonensishomo luzonensis filippine
    in evidenza
    Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

    Le foto valgono più delle parole...

    Nicole Minetti su Instagram
    Profilo vietato agli under 18

    i più visti
    in vetrina
    Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

    Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


    casa, immobiliare
    motori
    Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

    Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.