A- A+
Culture
Il tessile secondo Leonardo in mostra a Busto Arsizio
Telaio meccanico

di Raffaello Carabini

 

“I panni si debbono ritrarre di naturale, cioè se vorrai fare panno lano, usa le pieghe secondo quello, e se sarà seta, o panno fino, o da villani, o di lino, o di velo, a ciascuno le sue pieghe va diversificando…” Come pittore, Leonardo da Vinci (1452-1519) si preoccupa di dipingere i tessuti così da restituirne la consistenza tattile. A Milano, al servizio della corte sforzesca, progetta decorazioni, bordure, guarnizioni e accessori e si cimenta nell’ideazione di abiti. Inoltre, conosce l’attività produttiva tessile, dal filato al finissaggio, e cerca soluzioni innovative per renderla più fluida, meccanizzare gli strumenti manuali e diminuire la fatica umana.

L’interesse del genio vinciano per il mondo tessile, un aspetto meno noto, ma importante della sua multiforme progettualità, è raccontato al Museo del Tessile e della Tradizione Industriale di Busto Arsizio, attraverso la mostra Le trame di Leonardo - La più bella e sottile invenzione, organizzata dalla Fondazione Giuseppe Merlini e dall’Amministrazione comunale con la collaborazione di Canclini e a cura di Serena Colombo.

Il percorso, grazie all’allestimento ideato e realizzato da Ideabitmap, si snoda attraverso sette modelli in scala e funzionanti di macchine tessili, in prestito dalla collezione Canclini. Ciascun modello è affiancato dalla riproduzione del corrispondente disegno di Leonardo. Attraverso questi modelli, dal filatoio ad aletta al telaio meccanico, dalla garzatrice al battiloro, le idee del maestro prendono forma. I suoi progetti, rimasti in gran parte solo sulla carta, troppo all’avanguardia nel Rinascimento, sono stati infatti realizzati tre secoli dopo, all’alba della Rivoluzione Industriale.

Da Leonardo alla tradizione tessile della “Manchester d’Italia”, città in cui un tempo non c’era casa in cui non risuonasse il rumore di un telaio, la sperimentazione non si è mai fermata. Lo conferma in mostra un focus, a cura di Centrocot di Busto Arsizio, che presenta gli esiti dell’incontro tra tessile e tecnologia: tessuti a basso impatto ambientale, realizzati con materiali di scarto e fibre ad alta prestazione, come elevate capacità termiche ed elettriche e la capacità di proteggere da alte temperature e dal fuoco.

 

Le trame di Leonardo - La più bella e sottile invenzione

Museo del Tessile e della Tradizione Industriale, Busto Arsizio

fino al 27 novembre

orari: da martedì a giovedì 14.30/18, venerdì 9.30/13 e 14.30/18, sabato 14.30/18.30, domenica 15/18.30; lunedì chiuso

ingresso gratuito

Commenti
    Tags:
    leonardoleonardo mostra busto arsiziole trame di leonardomostra leonardo busto arsizio
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Nuova CLS: look più sportivo e stile tailor made

    Mercedes Nuova CLS: look più sportivo e stile tailor made


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.