A- A+
Culture
Mostra Ultimo Caravaggio: ultimi giorni per visitarla alle Gallerie d'Italia
Mostra Ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri: ultimi giorni per visitarla alle Gallerie Italia di Intesa Sanpaolo a Milano.

Mostra "L'Ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri" alle Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo a Milano: tempo fino a domenica 8 aprile per visitarle

 

 

L'esposizione "L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri. Napoli, Genova e Milano a confronto (1610-1640)", ospitata dalle Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo a Milano, sarà visitabile fino a domenica 8 aprile 2018. La mostra presso Piazza Scala - sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano - è a cura di Alessandro Morandotti, con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli. La mostra, che dal 30 novembre 2017 fino ad ora ha registrato oltre 120.000 visitatori, costituisce un eccezionale approfondimento delle vicende artistiche sviluppatesi nelle città di Napoli, Genova e Milano a seguito della scomparsa del Merisi, in un periodo storico-artistico diviso tra la rivoluzione devota al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco. Il Martirio di sant’Orsola (1610) di Caravaggio, ultimo capolavoro del maestro che morirà poche settimane dopo, è quindi il punto di partenza per un confronto con gli artisti del tempo, divisi tra chi ne raccolse l’eredità e chi invece intraprese nuove strade.

 

 

"L'Ultimo Caravaggio": viaggio tra Napoli, Genova e Milano attraverso l'arte post-Caravaggio

 

 

Sette sezioni raccontano un Seicento i cui sviluppi artistici sono esemplificati attraverso le collezioni dei due fratelli Doria, Marcantonio e Giovan Carlo, banchieri e mecenati di grande munificenza: le scelte di gusto dei due genovesi rispecchiano le aree di interesse economico in cui rispettivamente si mossero. Da un lato Napoli, ricca di caravaggismo ed echi classicheggianti, piazza preferita di Marcantonio, con opere, fra gli altri, di Battistello Caracciolo e José de Ribera, dall’altro Milano e Genova, dove Giovan Carlo si volge verso le pitture “avanguardistiche” per l’epoca, comprando opere di Giulio Cesare Procaccini, Pieter Paul Rubens, Bernardo Strozzi, Simon Vouet e molti altri maestri coevi italiani ed europei.

Tra le oltre cinquanta opere – molte delle quali esposte per la prima volta a Milano – spicca la monumentale Ultima cena (40 metri quadrati) di Procaccini, presentata dopo un lungo e articolato lavoro di restauro realizzato al Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale (To), ente con cui Intesa Sanpaolo collabora intensamente.

Alle Gallerie d’Italia continuerà invece fino al 3 giugno la mostra "L’arte risveglia l’anima", promossa da Associazione Autismo Firenze, L’Immaginario e Amici del Museo Ermitage Italia con il sostegno di Intesa Sanpaolo, che vede l’esposizione di opere d’arte realizzate da persone affette da autismo, nell’ambito dei progetti di inclusione sociale e culturale delle Gallerie d’Italia.

Tags:
ultimo caravaggiomostra gallerie d'italiamilanointesa sanpaolo
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.