A- A+
Culture
Mostre/ La “stravagante” arte degli anni Sessanta

di Simonetta M. Rodinò

“La Trentesima Biennale internazionale d’arte di Venezia è la fiera delle astruserie: tele imbrattate, ferraglie rugginose e contorte, legni bruciacchiati vengono contrabbandati come opere d’arte”. Così il settimanale Gente gridava allo scandalo. Era il 1960. I colpevoli di tanta stravaganza si chiamavano Vedova, Mastroianni, Burri. Ma anche Picasso, Fontana, Capogrossi, Colla…

Quattro anni dopo Epoca definiva la Biennale un “magazzino di cianfrusaglie”….

La mostra “BOOM 60! Era arte moderna”, ospitata da oggi al Museo del Novecento di Milano, offre un interessante spaccato sulla storia dell’arte degli anni Cinquanta e Sessanta con un insolito taglio: gli accostamenti sono realizzati non per stile o tendenza, ma guidati dalle etichette delle riviste, o rotocalchi, più famosi dell’epoca. Una storia dell’arte condotta dai giornalisti, alcuni acuti critici, altri meno e legati al passato.

Quindi un’altra storia raccontata da chi coglieva le sensazioni, i pregiudizi e le diffidenze degli spettatori del ‘Novecento.

La rassegna da non perdere presenta circa centoquaranta opere di pittura, scultura e grafica che dialogano in quattro sezioni - “Grandi mostre e polemiche”, “Artisti in rotocalco”, “Artisti e divi”, “Mercato e collezionismo” - con le illustrazioni fotografiche e televisive dei lavori stessi e dei loro autori.

Erano gli anni del boom economico e anche quelli della dolce vita e del fermento artistico e culturale: testate come Epoca, Tempo, Le Ore, Oggi, Gente, L'Europeo, La Domenica del Corriere, La Tribuna Illustrata … raggiungevano tirature straordinarie ed erano macinatrici di gossip, nel bene e nel male.

Nel primo segmento, l’astrattismo di, tra gli altri, Capogrossi e Mafai, Birolli, e Vedova e maestri riconosciuti dell’informale internazionale come Fautrier e Hartung. E poi i Sacchi di Burri che diventano “gli stracci” e le Compressions di César insieme alle sculture di Ettore Colla considerati veri e propri “rottami”.

Nelle altre due sezioni sono descritti gli artisti come fossero dei divi del cinema: la loro vita si mette sotto la lente di ingrandimento. Vengono seguiti non solo nei loro studi, nelle loro case o nei caffè, ma anche in villeggiatura.

Ma la modalità rappresentativa della volontà di adattare il tema dell’arte al linguaggio dei rotocalchi è l’abbinamento tra il mondo dell’arte e delle celebrità.

Le star si lasciano ritrarre dai pittori nei loro studi: attrici come Anna Magnani, protagonisti del teatro come Eduardo De Filippo e giovani divine del balletto come Carla Fracci affollano i loro atelier. Oppure si fanno fotografare nelle proprie case con le loro ricche collezioni d’arte moderna.

L’ultima sezione è dedicata all’interesse per il mercato dell’arte moderna e il collezionismo: vero e proprio emblema del mercante d’arte moderna ecco la figura di Carlo Cardazzo, gallerista veneziano e milanese d’adozione, di cui quattro ritratti in mostra lo ricordano.

“BOOM 60! Era arte moderna”

Museo del Novecento, via Marconi 1, Milano

18 ottobre - 12 marzo 2017

Orari: lunedì 14.30 – 19.30 martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30 giovedì e sabato 9.30 – 22.30

Biglietti (l’ingresso alla mostra comprende anche la visita al museo) - intero 10 € - ridotto 8 €

Infoline: 02.88444061

Catalogo: Electa

www.museodelnovecento.org

Tags:
mostra arte anni sessanta museo novecentomostra museo novecento arte anni 60
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.