A- A+
Culture
Paestum, ecco la Borsa mediterranea del turismo archeologico

Sarà all’insegna dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale indetto dalla Commissione Europea per il 2018 e del Turismo sostenibile per lo sviluppo dei siti archeologici mondiali la XX edizione della Borsa mediterranea del turismo archeologico in programma a Paestum dal 26 al 29 ottobre. Il segretario generale Unwto, l’Organizzazione mondiale delle Nazioni Unite, Taleb Rifai, che più volte ha inaugurato la Borsa, ha voluto dare grande attenzione al 20° anniversario, organizzando un incontro sul turismo sostenibile quale strumento per la salvaguardia e la promozione dei siti archeologici. All'iniziativa interverranno il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, quello del Turismo e delle Antichità della Giordania, Lina Annab, dell’Etiopia, Amin Abdulkedir, il ministro del Commercio estero e del Turismo del Perù, Magali Silva, e Thong Khon, responsabile del Turismo della Cambogia. Sotto la lente, i siti Unesco (Pompei, Petra, Aksum e Tiya, Machu Picchu, Angkor Wat) che esprimono al meglio le potenzialità del patrimonio archeologico per lo sviluppo locale e l'occupazione.


“Paestum sta vivendo una stagione particolarmente fortunata per qualità ed originalità delle iniziative e delle progettualità, esprimendo eccellente capacità di relazione con le istituzioni e con il territorio, raggiungendo la potenziale utenza nazionale ed internazionale soprattutto grazie all'efficace comunicazione che il direttore Gabriel Zuchtriegel cura personalmente attraverso una presenza capillare sui media e il sapiente utilizzo dei social”, afferma ad affaritaliani.it, Alfonso Andria, consigliere del locale Parco archeologico. Al di sopra delle aspettative gli obiettivi di maggior rilievo raggiunti nel 2016: l'incremento del 27% dei visitatori e del 46% degli introiti da biglietti di ingresso all'area archeologica e al Museo archeologico nazionale rispetto all’anno precedente; la risposta di diverse aziende private a seguito di un'azione di fundraising attivata circa un anno fa che ha portato frutti insperati in termini di finanziamento di borse di studio per attività di scavo e di restauro, di interventi di arredo e di adeguamento dello spazio espositivo e, prima tra tutti in ordine di tempo, della ristrutturazione della sala “Mario Napoli” in cui è esposta la Tomba del Tuffatore. “In questo clima -commenta il direttore della Bmta, Ugo Picarelli, ideatore ed organizzatore dell’evento- si colloca questa ventesima edizione che vede il Parco tra i più convinti sostenitori e protagonisti. Del resto la manifestazione si è sempre caratterizzata per la peculiarità e l'unicità del riferimento al turismo archeologico, articolandosi non soltanto come vetrina espositiva e luogo di commercializzazione dell'offerta in quel particolare ambito, ma anche come contenuto culturale internazionale che esprime”.

Eduardo Cagnazzi

Tags:
paestumborsa mediterranea turismo archeologico
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.