A- A+
Culture
Premio "Città di Palinuro" a Francesco Orio

Dopo la medaglia d'oro all'Unesco a Parigi nel dicembre 2014, il premio Masaniello a Napoli ed il premio Giovanni Paolo II a Salerno nel 2015,  verrà conferito all'endocrinologo salernitano Prof. Francesco Orio un nuovo riconoscimento internazionale il 24 Settembre 2016, che si aggiunge ai numerosi premi ed attestati conseguiti nel panorama scientifico internazionale.
Stavolta la platea è la città di Palinuro con un "parterre de roi" d'eccezione. Insieme ad Orio infatti i premiati sono Lando Buzzanca, Enrico Beruschi, Debora Caprioglio, Nathalie Caldonazzo, Marco Palvetti (attore della celebre serie tv "Gomorra") ed il cantante Rocco Hunt.
"Ricevere un premio fa sempre piacere, perchè vuol dire che qualcuno si accorge di quello che fai e come lo fai, in maniera particolare poi se avviene nella tua regione e nella tua provincia, per sfatare il detto comune "nemo profeta in patria" e poi con artisti dello spettacolo, della musica e dell'arte che hanno segnato la storia di questo paese"  ha dichiarato Orio.
Grazie ai numerosi studi il prof. Orio è un riferimento non soltanto nazionale ma addirittura internazionale per quel che riguarda la diagnosi e la cura della principale causa di infertilità femminile e dei disturbi del ciclo mestruale, cioè la sindrome dell'ovaio policistico.
I riconoscimenti ricevuti, la partecipazione a  convegni ed a trasmissioni televisive quali Elisir, condotto dal prof Mirabella, ed a Mattino Cinque, condotto da una solare Federica Panicucci, sono la migliore attestazione di una eccellenza che onora il mondo della medicina ed il nostro Paese.
Si sarà capaci a trattenere ancora ricercatori del calibro di Orio in Italia e non costringerli a migrare all'estero, come ahimè in questi giorni ritorna alla ribalta della cronaca e dei mezzi di stampa, oggi più attuale che mai , il dato drammatico della fuga di cervelli all'estero? Ciò è imprescindibile se si vuole effettivamente non solo essere competitivi ma, in particolare nel campo medico, continuare a dare un forte contributo a livello internazionale alla ricerca sulla salute che va considerata come bene primario da tutelare.
Di rilievo e di fondamentale importanza i recenti studi del Prof. Orio sulla dieta mediterranea (nata proprio nel Cilento e quindi Palinuro è il luogo adatto al memento di tale tradizione ed arte) e l'ovaio policistico. I benefici infatti dello stile mediterraneo come arma terapeutica e cura alternativa alla classica pillola ormonale in questa patologia sono stati di recente dimostrati con pubblicazioni internazionalmente riconosciute dall'equipe del prof. Orio, che va anche ricordato per il suo costante impegno nelle campagne sociali di prevenzione in tema di malattie della tiroide e del gozzo endemico con campagne di screening per gli studenti e tavole rotonde divulgative per tutta la popolazione.

 

Tags:
palinuro
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.