A- A+
Culture
Il murales con "l’inchiostro da smog" per dire stop al cambiamento climatico

Il murales con "l’inchiostro da smog" per dire stop al cambiamento climatico

A Nuova Dehli, la città con i livelli più alti di inquinamento al mondo è stata inaugurata "Climate 05-Reclaim Air and Water" l'opera dell'artista italiano Andreco. Un murales di 300 metri quadri. Il progetto sta attraversando il mondo per sensibilizzare sul tema dei cambiamenti climatici

A Nuova Dehli, la città con i livelli più alti di inquinamento atmosferico al mondo (titolo conquistato nel 2018 dopo i picchi di PM2,5 registrati nel mese di novembre, con serie ripercussioni sulla salute dei cittadini), è stata inaugurata “Climate 05 - Reclaim Air and Water” l'opera dell'artista visivo italiano Andreco. Un murales di 300 metri quadri realizzato con lo stesso inquinamento atmosferico ossia usando un inchiostro realizzato con lo smog.

Il dipinto murale di Andreco è stato realizzato a Lodhi Art District, Lodhi Colony, nella città di Delhi e rappresenta una visualizzazione artistica dei dati sull’inquinamento atmosferico e delle Nature Based Solutions, soluzioni che si basano sui processi della natura per risolvere problemi dovuti agli impatti antropici. Alla base c’è un dialogo tra la disciplina artistica a quella scientifica, tradotto in opere che traggono ispirazione dalle ultime ricerche sulle cause e gli effetti dei cambiamenti climatici.

Il murales fa parte della quinta tappa di Climate Art Project, il progetto di Andreco tra arte, scienza e attivismo climatico, che sta attraversando il mondo per sensibilizzare sul tema dei cambiamenti climatici. Iniziato a Parigi nel 2015 in occasione della Cop 21, la Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite, Climate Art Project è stato nelle sue tappe precedenti in Portogallo e a Venezia per le Biennali di Arte 2017 e Architettura 2018. A Venezia il tema principale è stato quello dell'innalzamento del livello del mare, in Portogallo quello degli incendi, a Delhi, l’artista si è concentrato sull’inquinamento atmosferico e del fiume Yamuna.

L'opera raffigura in maniera simbolica la transizione dei fumi tossici e i gas serra, provenienti delle emissioni industriali, dal traffico veicolare e dai roghi di stoppie e rifiuti, in un ambiente salubre con candide nuvole. Nell'opera, Andreco integra figure simboliche con formule chimiche, grafici e dati forniti dai centri di ricerca per formare unica immagine concettuale dal forte impatto visivo. Il progetto comprende tre diversi momenti nella città di Delhi: un grande wall painting, una performance collettiva che ha coinvolto la popolazione locale di tutte le età, sotto forma di parata ed un talk che analizza i cambiamenti climatici e i problemi ambientali locali da un punto di vista scientifico ed artistico. I temi trattati in Climate Art Project sono importanti non solo per Delhi ma per tutto il pianeta. 

Da Il Redattore Sociale

Commenti
    Tags:
    redattore socialemuralesgraffitistreet artarte da stradaartedisegniscrittenuova delhiclimate art projectcambiamento climaticoandreco
    in evidenza
    Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

    GF VIP 2021

    Jo Squillo in burqa per le donne
    La protesta scade nel ridicolo

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.