A- A+
Culture
Scontro tra il filosofo russo Dugin e Amazon: "I miei libri censurati". VIDEO

Su Affaritaliani.it lo scontro tra Aleksandr Dugin e Amazon: il filosofo russo denuncia la mancata possibilità di esporre i suoi libri nella vetrina del Big Tech, mentre l'azienda replica che "non ha tolto la possibilità di vendere i testi di Dugin, ma ha rimosso i libri del politologo russo dai cataloghi in ottemperanza ad una legge americana (così come tutte le altre società americane che vendono libri di questo autore)". Ora Affaritaliani.it ricostruisce il caso

Di Claudio Bernieri

“Su Amazon c’è in vendita il Mein Kampf  di  Adolf Hitler  e non ci sono i mei libri. Sono diventato lo scrittore più pericoloso del mondo”, racconta Aleksandr Dugin. Il caso Amazon inizia  lo scorso 10 febbraio, quando l’editor di Nuova Europa, che pubblica il saggio di Dugin “La quarta teoria politica”, scrive ad  Amazon Italia. Un lungo carteggio che Affari è in grado di pubblicare e che si prolunga tra attese e speranze fino ad oggi.

Rimozione testi di Dugin
 

 

Il carteggio continua  un cattivo  “web burocratese”  difficile da decifrare, per giorni: i libri di Dugin pare non siano compatibili  con  i nuovi  standard  delle vendite editoriali  on line, scrivono da Amazon. Ecco di seguito una serie di messaggi  che  l’editor Camilla - definita”venditore”-  s’impegna a decifrare.

Rimozione testi di Dugin2
 

Rimozione testi di Dugin6
 

Continua il carteggio:

Rimozione testi di Dugin3
 

Infine l’amara sentenza: il libro di  Dugin  è stato identificato “non in linea” e dunque rifiutato. Ma gli uffici di Amazon Italia, assicurano, stanno tuttavia lavorando al caso con la massina priorità.

Cammilla Scarpa, editor di Dugin, spera ancora che il lettore italiano possa comprare sul Big tech il  libro  “non in linea“.

LA VIDEOINTERVISTA  - Il filosofo russo Aleksandr Dugin: "I miei libri proibiti su Amazon" 

"Il mio libro 'Il Soggetto radicale' non è ancora uscito, sarà disponibile tra alcune settimane in Italia. Altri libri, come "La quarta teoria politica" e "La teoria del mondo multipolare", si possono trovare nelle librerie italiane. Ma non su Amazon": lo spiega ad Affaritaliani.it Aleksandr Dugin, scrittore e politologo russo, consigliere di Putin ed inventore della Quarta Teoria Politica, mentre inizia la sua lunga tournee, da Milano a Messina, in pensatoi, università e castelli (LEGGI). "E' interessante notare che su Amazon i miei libri sono proibiti, proprio questo che è un servizio di distribuzione dei libri ha proibito la distribuzione delle mie opere. Vendono quelle di Hitler, ma non le mie, assolutamente innocenti. E' una forma di censura liberale, un segno del terzo totalitarismo liberale che oggi si fa più forte. Mi hanno dichiarato il filosofo più pericoloso del mondo non per la radicalità delle mie parole, ma per la mia critica del liberalismo. Il Grande Fratello non è il totalitarismo sovietico o comunista, ma Amazon, il liberalismo, il globalismo attuale". 

Commenti
    Tags:
    aleksandr duginaleksandr dugin librialeksandr dugin amazon
    in evidenza
    Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

    Sport

    Paola Ferrari in gol, sulla barca
    "Niente filtri". Che bomba, foto

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.