A- A+
Culture
Scultura/ Arnaldo Pomodoro, leggerezza e armonia della materia
Sala delle Cariatidi - opere di A. Pomodoro

di Simonetta M. Rodinò

Cunei, strappi, trafitture, fili, tagli, erosioni sono impressi con forza nella materia solida. Una materia che Arnaldo Pomodoro rende duttile e ubbidiente: dal piombo all’argento, dal cemento al rame nascono forme armoniche dal contenuto di energia, sofferenza, ma anche speranza.

Al grande orafo-scultore, oggi novantenne, Milano rende omaggio con una straordinaria antologica contemporaneamente allestita in più sedi e un percorso che abbraccia l’intera città.

Il fulcro della rassegna è la Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale che ospita una selezione di trenta opere, le più significative delle sue tappe creative.

L’esposizione si snoda cronologicamente, lungo le pareti e nel centro del salone, dove su robusti piedestalli sono appoggiate le sculture: dai primi tratti grafici alla bidimensionalità fino alla tridimensionalità.

Dai bassorilievi dunque degli anni Cinquanta in piombo, argento e cemento, nei quali emergono già le caratteristiche trame segniche di Pomodoro, dalla Colonna del viaggiatore e dalla Grande tavola della memoria, per arrivare alle forme geometriche di lucido bronzo squarciate e corrose, alle celebri Sfere, ai Cippi, fino all’imponente rilievo “Le battaglie” in fiberglass e polvere di grafite, dalla potenza incredibile.

Fortissimo l’impatto all’entrata della sala. Una sequenza di opere seducenti da togliere il fiato. Ma, si sa, anche il luogo è affascinante. Non è un caso che Pablo Picasso volle proprio la Sala delle Cariatidi per esporre la sua “Guernica”. E Pomodoro fece il suo primo viaggio a Milano nel 1953 proprio per visitare la mostra.

“Le opere di Pomodoro hanno una valenza estetica, spirituale e filosofica che spesso sfugge a prima vista - commenta la curatrice Ada Masoero -: una profondità di pensiero alimentata da tanti studi, tante letture e tanti viaggi”.

La mostra imperdibile, ideata e prodotta dalla Fondazione Arnaldo Pomodoro e Palazzo Reale con la collaborazione di Mondo Mostre Skira, prosegue poi in Piazzetta Reale dove è esposto, per la prima volta nella sua totalità, il complesso scultoreo The Pietrarubbia Group. Un’opera ambientale composta da sei elementi realizzati tra 1975 e 2015: una sorta di omaggio ideale all’antico borgo di Pietrarubbia nel Montefeltro. Perché Pomodoro abita a Milano, ma è marchigiano e non ha mai rotto il legame che lo unisce alle sue radici.

 

Il progetto espositivo coinvolge il Museo Poldi Pezzoli che ospita sedici teatrini che raccontano il suo lavoro per il palcoscenico tra 1982 e 2009, testimonianza della grande passione per il teatro; la Triennale di Milano e la Fondazione Arnaldo Pomodoro di via Vigevano dove sono presentati quattro progetti “visionari” che mostrano il dialogo tra l’opera scultorea, l’architettura e lo spazio circostante. Il tutto è completato da un itinerario artistico che collega più punti della città.

 

“Arnaldo Pomodoro”

Palazzo Reale – Piazza Duomo 12 – Milano

30 novembre 2016 - 5 febbraio 2017

Infoline:02 92800375

Ingresso Palazzo Reale: intero 8 euro - ridotto 5 euro

Catalogo: Skira

www.palazzorealemilano.it

mostraapmilano.fondazionearnaldopomodoro.it

 

 

Tags:
mostra arnaldo pomodoroarnaldo pomodoro mostra milano
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.