A- A+
Culture
Tyrannosaurus rex, ne esistevano due specie. La scoperta
(foto Lapresse)

Tyrannosaurus rex, la scoperta scientifica

Una nuova analisi dei resti scheletrici di Tyrannosaurus ha rivelato differenze fisiche nel femore, altre ossa e strutture dentali tra gli esemplari che potrebbero suggerire che gli esemplari di Tyrannosaurus rex debbano essere riclassificati in tre gruppi o specie distinti. A riportarlo è stato uno studio, pubblicato su Evolutionary Biology, condotto dal ricercatore Gregory Scott Paul in collaborazione con il College of Charleston della Carolina del Sud.

Il Tyrannosaurus rex è l’unica specie riconosciuta del gruppo di dinosauri, o genere, Tyrannosaurus fino ad oggi. Ricerche precedenti hanno riconosciuto la variazione tra i resti scheletrici del tirannosauro nel femore (coscia) e gli esemplari con uno o due incisivi sottili su ciascun lato delle estremità anteriori della mascella. Gregory Paul e colleghi hanno analizzato le ossa e i resti dentali di 37 esemplari di tirannosauro.  Gli autori hanno confrontato la robustezza del femore in 24 dei campioni, una misura calcolata dalla lunghezza e dalla circonferenza che dà un’indicazione della forza dell’osso. Hanno anche misurato il diametro della base dei denti o lo spazio nelle gengive per valutare se i campioni avevano uno o due denti incisivi sottili.

Tyrannosaurus imperator e Tyrannosaurus regina

Gli autori hanno osservato che il femore variava tra i campioni, alcuni con femori più robusti e altri con femori più gracili. Gli autori hanno scoperto che nei campioni c’erano femori due volte più robusti di quelli gracili, il che suggerisce che questa non è una differenza causata dal sesso o dall’età.   “Abbiamo scoperto che i cambiamenti nei femori del tirannosauro probabilmente non sono correlati al sesso o all’età dell’esemplare”, ha dichiarato Gregory Paul, autore principale. “Proponiamo che i cambiamenti nel femore potrebbero essersi evoluti nel tempo da un antenato comune che mostrava di più femori robusti per diventare più gracili nelle specie successive. Le differenze nella robustezza del femore tra gli strati di sedimento possono essere considerate sufficientemente distinte che gli esemplari potrebbero potenzialmente essere considerati specie separate.” Gli autori hanno iniziato a nominare le due potenziali nuove specie di tirannosauro in base alla loro analisi. Il primo, Tyrannosaurus imperator, si riferisce ad esemplari caratterizzati da femori più robusti e solitamente con due incisivi. Gli autori sostengono che queste caratteristiche sono state mantenute dai primi antenati (tirannosauridi). Il secondo, Tyrannosaurus regina, è legato ad esemplari caratterizzati da femori più snelli e un dente incisivo.

Leggi anche

Guerra Ucraina, Putin era pronto già a novembre. Poi la promessa alla Cina

Guerra, colpita centrale nucleare. Zelensky: "Fermatevi o peggio di Chernobyl"

Guerra, Pentagono: "Russi a corto di carburante e cibo. Problemi imprevisti"

Commenti
    Tags:
    tyrannosaurus rex





    in evidenza
    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    La classifica comscore

    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    
    in vetrina
    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni


    motori
    DS Automobiles celebra 10 Anni in Italia con la serie speciale EDIT10N LIMITÉ

    DS Automobiles celebra 10 Anni in Italia con la serie speciale EDIT10N LIMITÉ

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.