A- A+
Economia
Bce/ Draghi pronto a pompare più liquidità a maggio e a giugno

La Bce annuncia acquisti maggiori di titoli di Stato dei Paesi membri dell'Eurozona a maggio e a giugno e i mercati ingranano la marcia. A dare l'annuncio è stato il consigliere esecutivo della Bce, Benoit Coeure, in un intervento a porte chiuse il cui testo è stato distribuito oggi, annuncio che è stato motivato con il fatto che a  luglio e ad agosto sul mercato si registra una bassa liquidità, per poi, eventualmente, ridurre gli acquisti a settembre. Coeure ha però spiegato che questi aggiustamenti sono indipendenti dalla recente volatilità del mercato obbligazionario. "Non vedo la recente inversione nei prezzi dei Bund e di altri bond sovrani come un motivo di preoccupazione perché al momento riflette una correzione del mercato", ha detto il membro della Bce in un discorso a porte chiuse tenutosi lunedì e reso noto oggi. "E' la rapidità dell'inversione che mi preoccupa".

Secondo gli analisti l’accelerazione degli acquisti tra maggio e giugno serve a evitare difficoltà nel reperire i titoli durante l’estate, quando la liquidità sul mercato bond si abbassa drasticamente per effetti stagionali. Il valore complessivo degli acquisti resta invariato - 60 miliardi al mese, di cui 55 miliardi di titoli di Stato nazionali - ma il mercato apprezza la maggiore liquidità che Francoforte sarà in grado di creare in poco tempo.

Mentre l'altro membro della Bce, Christian Noyer, nonché governatore della Banca centrale francese, stamani durante un discorso a Parigi, ha dichiarato che "l'Eurosistema è pronto ad andare oltre" se l'attuale programma di Qe si dovesse rivelare insufficiente "a portare a termine il mandato di inflazione vicina ma al di sotto del target del 2%.

Noyer ha aggiunto che il programma di acquisto di titoli pubblici ha avuto un impatto positivo sulle aspettative di inflazione, ma ristabilizzarle richiede tempo. "Il programma di acquisti continuerà fino al termine di settembre 2016 e oltre se non vedremo un sostenuto aggiustamento nel percorso dell'inflazione", ha precisato quest'altro membro del board dell'Eurotower. Immediata la reazione dei mercati, con le borse che hanno approfittato per sostenere la logica rialzista intraday e l'euro che si è indebolito sul dollaro, scendendo sotto quota 1,12 usd. Nonostante, l'inatteso crollo dell'indice Zew sulla fiducia dei consumatori tedeschi, Francoforte infatti a metà seduta segna +1,81%, Milano +1,43%, Parigi +1,86% e Madrid +1,28%. Più cauta Londra (+0,4%), mentre Atene continua a mostrarsi ottimista con un rialzo del 3,65%.

Tags:
bcedraghi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.