A- A+
Economia
Bollorè da Renzi. Ipotesi: crescita Vivendì in Telecom
Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha ricevuto oggi a Palazzo Chigi il presidente del consiglio di sorveglianza di Vivendi, Vincent Bollore'. All'incontro ha partecipato anche il consigliere della presidenza del consiglio Andrea Guerra.
 
La visita a Roma del presidente del Consiglio di sorveglianza di Vivendi, Vincent Bolloré, arriva lo stesso giorno in cui si riunisce il cda di Telecom Italia per approvare i risultati del primo semestre e un mese dopo la visita nella capitale del presidente del direttorio Arnaud de Puyfontaine. L'8 luglio, infatti, de Puyfontaine aveva incontrato il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, e i vertici di Telecom. In quell'occasione il presidente del direttorio aveva ribadito che l'investimento di Vivendi in Telecom Italia, dove oggi è il socio di riferimento con il 14,9%, "è industriale e con un'ottica di lungo periodo". Da parte di Vivendi, aveva affermato, "c'è il pieno impegno ad essere a fianco del board e del management di Telecom Italia e il nostro piano è quello di sostenere lo sviluppo della rete". De Puyfontaine non aveva escluso un'ulteriore crescita futura nel capitale del gruppo italiano. "Mai dire mai" aveva risposto il presidente del direttorio della media company francese ai giornalisti che gli avevano chiesto di un eventuale aumento della quota di Vivendi in Telecom.
 
Tags:
bollorèpalazzo chigivivendìtelecom
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.