A- A+
Economia
Covid Usa, 33mila licenziamenti per due colossi del volo. Accordo sui prestiti
Aereo senza pilota

33mila posti a rischio 

Due colossi americani del volo hanno fatto sapere entrambi che oggi sarà una giornata di svolta. American Airlines ha annunciato il via ai licenziamenti per 19.000 lavoratori, mentre Unite Airlines ha fatto sapere di fare altrettanto, mandando però a casa 13.400 lavoratori. La decisione è stata presa come conseguenza per il mancato accordo su un’estensione degli aiuti all’industria aerea, fortemente colpita e indebolita dalla pandemia. Si tratta circa di 25 miliardi di dollari. 

Tuttavia, sia American che United Airlines hanno assicurato di tornare sui loro passi, in caso di accordo politico. Il Ceo di American Airlines, Doug Parker, in un messaggio ai dipendenti ha dichiarato che: “Se i Democratici e i Repubblicani raggiungeranno un compromesso nei prossimi giorni, cancelleremo questi licenziamenti e richiameremo i membri del team interessati.”

La situazione rimane comunque grave ovunque; la IATA già a giugno aveva stimato perdite a livello globale per le compagnie aeree per 84 miliardi di dollari nel 2020 e per 15 miliardi nel 2021. A rischio ci sono circa 46 milioni di posti di lavoro.

Usa, l’accordo sui prestiti

Il Tesoro Usa ha poi annunciato che è stato raggiunto un accordo sui prestiti a sette compagnie aeree statunitensi, colpite duramente dalla crisi innescata dalla pandemia. In una nota si citano i sette vettori: Alaska Airlines, American Airlines, Frontier Airlines, JetBlue Airways Corp, Hawaiian Airlines, SkyWest Airlines e United Airlines. Non si specifica se questi prestiti sospenderanno i piani di taglio dei posti di lavoro recentemente annunciati da American Airlines e United Airlines. Delta Airlines e Southwest Airlines non fanno parte di questi nuovi accordi. 

 

Commenti
    Tags:
    covidcoronavirususalicenziamenticompagnia aereaamerica
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

    Lady Icardi da sogno

    Wanda Nara, giungla "bollente"
    Foto che lasciano a bocca aperta


    casa, immobiliare
    motori
    Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

    Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.