A- A+
Economia
Crisi, l'israeliana Teva chiude a Nerviano. Restano a spasso 350 lavoratori
Advertisement

Un fulmine a ciel sereno per i 350 lavoratori che si sono riuniti oggi per studiare il da farsi. La multinazionale Teva, tra le più importanti aziende farmaceutiche in Italia, ha appena comunicato alle Rsu aziendali e ai dipendenti che intende chiudere l’attività produttiva di Nerviano, nell’alto milanese. Una decisione che segue quella dello stop anche per  il punto produttivo di Bulciago in provincia di Lecco, chiusura eseguita tre mesi fa. 

La proprietà israeliana ha motivato la propria decisione spiegando di aver registrato una perdita dei volumi di produzione pari al del 75%. Andamento controintuitivo in tempo di pandemia, fase che invece ha fatto la fortuna di molti attori del settore farmaceutico. 

Durante l’incontro con le Rsu aziendali i rappresentanti di Teva hanno fatto sapere però che l’azienda è disponibile a cedere lo stabilimento ad un’altra società, soluzione ideale per salvaguardare i 350 posti di lavoro. La multinazionale aveva rilevato la Actavis di Nerviano solamente nell’agosto del 2016. La crisi aziendale è finita subito sul tavolo delle istituzioni locali. 

Il sindaco di Nerviano Massimo Cozzi hanno bussato subito la porta della giunta Fontana chiedendo che “la Regione Lombardia e il Ministero delle Attività Produttive si occupino subito di questa situazione. “Stiamo parlando di un polo farmaceutico di assoluta eccellenza: un fiore all’occhiello per il nostro territorio”, ha tuonato Cozzi che ha chiesto anche un incontro immediato con la proprietà e con i sindacati per salvare l'occupazione.

Commenti
    Tags:
    teva nervianocrisi teva nerviamochiusura teva nerviano
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    Il suo "The Essential" in esclusiva su Spotify

    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri

    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.