A- A+
Economia
Dieselgate, conto da due miliardi per Mercedes negli Usa

Daimler e la sua controllata Mercedes-Benz Usa (Mbusa) hanno raggiunto un accordo di principio con varie autorita' statunitensi per chiudere le cause civili e ambientali sui sistemi di controllo delle emissioni di 250.000 autovetture e furgoni diesel negli Stati Uniti. Le autorita' statunitensi coinvolte sono l'Environmental Protection Agency (Epa), il California Air Resources Board (Carb), la Divisione Risorse Ambientali e Naturali del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DoJ), l'Ufficio del Procuratore generale della California e la Us Customs and Border Protection.

L'azienda ha collaborato pienamente con le autorita' statunitensi e continua a farlo, puntualizza la casa automobilistica in una nota. Daimler e Mbusa hanno anche raggiunto un accordo di principio per chiudere la class action dei consumatori "In re Mercedes-Benz Emissions Litigation". Il gruppo ha provveduto gia' ad accantonare somme adeguate per coprire i costi del deal. Nel dettaglio, per gli accordi con le autorita' statunitensi, Daimler prevede costi pari a circa 1,5 miliardi di dollari (circa 1,27 mld euro), mentre per la class action la spesa dovrebbe essere di 700 milioni di dollari (circa 592 mln).

Daimler prevede un impatto sul free cash flow del business industriale del gruppo per i prossimi 3 anni, con un impatto piu' consistente nei prossimi 12 mesi. Il consiglio di amministrazione e il consiglio di sorveglianza di Daimler e Mercedes-Benz hanno approvato gli accordi proposti, nel migliore interesse dell'azienda. Manca solo l'approvazione finale delle autorita' e dei tribunali Usa.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mercedesdaimler
    i più visti
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”


    casa, immobiliare
    motori
    La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra

    La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.