A- A+
Economia
Gazprom, meno gas all'Ue e più alla Cina: l'export verso Pechino sale del 60%
(Fonte immagine: Imagoeconomica) 

L'annuncio di Gazprom: -27% di consegne in Ue da gennaio, +60% in Cina

Le consegne di gas russo ai paesi dell'Ue e alla Turchia sono scese bruscamente tra gennaio e aprile rispetto allo stesso periodo del 2021, mentre quelle alla Cina sono salite. Lo rende noto Gazprom. "Le esportazioni verso i paesi non Csi (Ue e Turchia) sono state di 50,1 miliardi di metri cubi, il 26,9% in meno rispetto allo stesso periodo del 2021", afferma il gruppo russo controllato dallo stato in una nota, senza fornire spiegazioni. Gazprom aggiunge che continuerà a fornire gas "nel pieno rispetto degli obblighi contrattuali".

Nello stesso periodo, il gigante del gas afferma che la sua produzione è scesa del 2,5% su base annua a 175,4 miliardi di metri cubi. Anche le consegne al mercato interno sono diminuite, del 3,7%, "principalmente a causa del caldo di febbraio". Le esportazioni verso la Cina, d'altra parte, sono aumentate del 60% su base annua attraverso l'oleodotto Power of Siberia.

Gazprom prosegue spiegando che le riserve di gas nei depositi sotterranei europei erano di 6,9 miliardi di metri cubi. "Per raggiungere l'obiettivo dell'Ue di riempire gli impianti di stoccaggio al 90%, le compagnie dovranno pompare altri 56 miliardi di metri cubi di gas", spiega Gazprom.

"La ricostituzione delle riserve di gas negli impianti sotterranei in Europa è una sfida molto seria", dice il gruppo, sottolineando che la capacità di consegna giornaliera ha limiti tecnici e che "la quantità totale di gas disponibile sul mercato europeo dipende fortemente dalla domanda del crescente mercato asiatico".

I prezzi dell'energia stanno salendo vertiginosamente in Europa. Nel 2021, Gazprom ha registrato un utile netto record, aumentato di tredici volte su base annua a 2.159 miliardi di rubli (quasi 28 miliardi di euro ai tassi attuali), spinto dalla forte crescita della domanda di idrocarburi.

Il colosso russo Gazprom ha dichiarato che sono proseguite le forniture di gas naturale all'Europa attraverso l'Ucraina, in linea con le richieste dei consumatori europei. La domanda si è attestata oggi a 97,2 milioni di metri cubi (mc), rispetto ai 71,7 milioni di ieri. 

Leggi anche: 

Affaritaliani.it alla Conferenza programmatica di Fratelli d'Italia a Milano

FdI, j'accuse di Meloni alla stampa. I gesti sono eloquenti. Il video

Vittorio Feltri alla Conferenza FdI. Video. "Nel mio futuro c'è una tomba..."

Filippo Facci alla Conferenza FdI. Video. "Meloni mi ha chiamato alle 23.25"

Sondaggio, Zaia il governatore più amato. Sindaci, Sala batte Gualtieri

Putin e la guerra nucleare? Un grande immenso bluff. Come nel poker...

Intesa Sanpaolo: diffuso il nuovo piano di azionariato del gruppo

Primo maggio, Mattarella: "Costo ripresa non siano morti sul lavoro". VIDEO

Il gruppo Iren acquisisce il 100% del capitale sociale di SAP

Costa Venezia parte da Istanbul alla scoperta di Turchia e Grecia

Commenti
    Tags:
    cinaeuropagasgazprompetrolio




    
    in evidenza
    Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro

    Con lui anche Ermotti, figlio dell'ad di Ubs

    Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro


    motori
    Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

    Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.