A- A+
Economia
Jobs act e decontribuzione: disoccupati in calo ad aprile

I nuovi dati sul mercato del lavoro danno ragione a Matteo Renzi. L'effetto congiunto di Jobs Act (scattato dalla seconda settimana di marzo) e decontribuzione per le nuove assunzioni a tempo indeterminato inserite nella legge di Stabilità del 2015, in vigore già da inizio anno, hanno generato una riduzione del tasso di disoccupazione ad aprile. In particolare, secondo quanto ha fatto sapere l'Istat dopo l'incremento degli ultimi due mesi, il dato scende di 0,2 punti percentuali al 12,4%. Nel complesso, i disoccupati diminuiscono su base mensile dell'1,2% (-40 mila). Nei dodici mesi il numero di disoccupati è diminuito dello 0,5% (-17 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti.

Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni mostra nell'ultimo mese un calo dello 0,7% (-104 mila). Il tasso di inattività diminuisce di 0,3 punti percentuali, attestandosi al 35,8%, lo stesso valore di settembre 2014, il livello più basso dal 2004. Su base annua gli inattivi diminuiscono del 2,3% (-328 mila) e il tasso di inattivita' di 0,7 punti. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo febbraio-aprile 2015 cresce il tasso di occupazione (+0,1 punti percentuali), mentre diminuiscono sia il tasso di disoccupazione (-0,1 punti) sia il tasso di inattività (-0,1 punti).

La disoccupazione diminuisce nell'ultimo mese sia tra gli uomini (-1%) sia tra le donne (-1,6%). Lo stesso andamento si osserva per i tassi di disoccupazione: per quello maschile, pari all'11,9%, si registra un calo di 0,2 punti percentuali; per quello femminile, pari al 12,9%, il calo è pari a 0,3 punti. Ad aprile il numero di occupati aumenta rispetto a marzo sia per la componente maschile (+0,6%) sia per quella femminile (+0,9%). Il tasso di occupazione maschile, pari al 64,8%, cresce di 0,3 punti percentuali, mentre quello femminile, pari al 47,6%, cresce di 0,4 punti. In termini tendenziali, tra gli uomini si osserva un aumento del tasso di occupazione (+0,4 punti percentuali) a fronte di un calo del tasso di inattivita' (-0,5 punti), mentre il tasso di disoccupazione resta stabile. Per la componente femminile, la crescita del tasso di occupazione (+1,0 punti) si accompagna al calo sia del tasso di disoccupazione (-0,4 punti) sia del tasso di inattivita' (-0,9 punti). Nella media del periodo febbraio-aprile, tra gli uomini si registra il calo del tasso di occupazione (-0,2 punti percentuali) e l'aumento del tasso di disoccupazione (+0,3 punti), mentre rimane stabile il tasso di inattivita'. Tra le donne si osserva la crescita del tasso di occupazione (+0,4 punti percentuali) a fronte di un calo che ha interessato sia il tasso di disoccupazione (-0,6 punti) sia il tasso di inattivita' (-0,1 punti).

La crescita dell’occupazione registrata coinvolge anche i più giovani: gli occupati tra 15 e 24 anni sono 946 mila, in aumento del 5,7% rispetto a marzo (+51mila). Il tasso di occupazione giovanile, pari al 15,9%, cresce di 0,9 punti percentuali rispetto al mese precedente. Migliora anche il numero di giovani disoccupati, che cala leggermente su base mensile (-8mila, pari a -1,3%). L'incidenza dei giovani disoccupati sul totale dei giovani della stessa classe di età è all’11% (cioè poco più di un giovane su 10 è disoccupato). Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati) è al 40,9%, in diminuzione di 1,6 punti percentuali rispetto al mese precedente.

Il tasso di disoccupazione è stato pubblicato anche a livello di zona euro: è sceso all'11,1% ad aprile rispetto all'11,2% registrato a marzo, secondo i dati diffusi oggi da Eurostat che segnala inoltre che la disoccupazione è diminuita anche su base annua, visto che si attestava all'11,7% nell'aprile del 2014. La disoccupazione giovanile della zona euro scende ad aprile al 22,3% rispetto al 22,6% di marzo e rispetto al 23,9% dell'aprile 2014.

Tags:
lavorodisoccupazioneistat
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Mercedes AMG GT Coupe’4, sempre più ‘sartoriale’

Nuova Mercedes AMG GT Coupe’4, sempre più ‘sartoriale’


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.