A- A+
Economia
L'ennesima gaffe imperdonabile di Christine Lagarde che imbarazza la Bce

Bce, Lagarde: "Anche io ho parenti che soffrono per l'alta inflazione"

Se ti chiami Christine Lagarde, hai un curriculum lungo così – come suole dirsi – che parte da Parigi, arriva a Washington e finisce (speriamo sia davvero l’ultima tappa) a Francoforte, prima di parlare dovresti contare fino a dieci. Invece no, la numero uno della Bce ogni volta che apre bocca riesce a rendersi ridicola. Dev’essere un talento, il suo. Non è facile riuscire nell’impresa di non imbroccarne mai una, perché anche gli orologi fermi – si sa – due volte al giorno segnano l’ora esatta. Oggi, durante un’audizione al Parlamento europeo, è riuscita a dire che quando va a dormire non dimentica “che ci sono persone, come le più vulnerabili, che soffrono per l'elevata inflazione”. E poi la perla finale: “Ho familiari che soffrono per questo, e ciò mi rende ancora più determinata a ridurre la crescita dei prezzi”.

Cioè, i parenti della numero uno dell’Eurotower patiscono l’inflazione? Probabilmente è aumentata la retta per l’iscrizione al circolo del polo o a quello del bridge. Forse andare alla Tour d’Argent o da Alain Ducasse è divenuto più problematico per la famiglia della Lagarde. Che giustamente protesta perché, che diamine, c’è un limite a tutto: questo aumento del prezzo del foie gras è intollerabile, signora mia. E così la Re Mida al contrario riesce a rendersi nuovamente ridicola e a strappare un sorriso anche in questi giorni bui. Per fortuna, questa volta, è riuscita almeno a non causare un tracollo di Borsa.

Ricordate? Nel 2020, a pandemia appena esplosa, si presentò in uno dei suoi tailleur pastello per dire “we are not here to close out the spread”, non siamo qui per ridurre lo spread. Risultato? Peggior performance di sempre a Piazza Affari e una corsa verso l’alto del differenziale con i titoli tedeschi. È più forte di lei: apre bocca e fa disastri. Manca uno come Mario Draghi, che capiva il contesto e sapeva comunicare (a partire dal famosissimo bazooka). Qui invece assistiamo a una donna al comando che sembra calata lì per caso. E viene da agitarsi se si pensa che siamo a meno della metà del suo mandato – che si compone di otto anni, novantasei lunghissimi mesi – e che di margine per altri disastri ce n’è ancora parecchio. Aiuto. 
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bceborsechristine lagardegaffeimbarazzotassi





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.