A- A+
Economia
Patrimoniale, via l'Imu e prelievo sopra i 500 mila €.Insorgono le opposizioni

"Il solo fatto di pensare, con questa crisi, con un Natale magro come questo, di tassare chi ha una casa e dei risparmi è da regime, è da arresto immediato”, ha tuonato Matteo Salvini nel corso di un'intervista a “Il caffè della domenica" su Radio 24. “Ecco la loro risposta alla crisi, il loro regalo di Natale agli italiani: un furto sui conti correnti. Questi nemici dei cittadini vanno fermati il prima possibile”, ha twittato invece la presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

La misura in questione è una richiesta di patrimoniale nella lista degli emendamenti alla legge di bilancio a firma di parlamentari di Sinistra Italiana come Nicola Fratoianni (Leu), primo firmatario seguito dal Dem Matteo Orfini, deputati a cui si sono uniti Chiara Gribaudo (Pd), Rossella Muroni (Leu), Erasmo Palazzotto (Leu), Luca Pastorino (Leu), Giuditta Pini (Pd), Fausto Raciti (Pd), Luca Rizzo Nervo (Pd). La misura chiede l'abolizione dell'Imu e dell'imposta di bollo sui conti correnti e di deposito titoli, per sostituirle con un'aliquota progressiva minima dello 0,2% "sui grandi patrimoni la cui base imponibile è costituita da una ricchezza netta superiore a 500 mila euro, derivante dalla somma delle attività mobiliari ed immobiliari al netto delle passività finanziarie, posseduta ovvero detenuta sia in Italia che all’estero”.

Sono previste imposte progressive che arrivano al 2% oltre i 50 milioni di euro. Per il 2021 è prevista un'aliquota del 3% per patrimoni superiori al miliardo di euro. Per quel che riguarda i patrimoni all'estero "suscettibili di produrre redditi imponibili in Italia", l'emendamento prevede multe dal 3% al 15% dell'importo nel caso in cui non vengano dichiarati "sulla base della normativa vigente ed ai fini del monitoraggio fiscale alla relativa dichiarazione annuale".

La strada di questo emendamento (18 miIiardi di ricavi previsti) però appare in salita: non trova troppi sponsor fra gli alleati e non piace alle opposizioni. Interpellato dall'Ansa, il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone ha spiegato che il movimento di Renzi "è contrario ad ogni aumento di tasse. Siamo sempre stati contrari alla patrimoniale: lo siamo ancora di piu' in questa fase difficile per la nostra economia. Stasera approveremo un rinvio delle tasse nel dl ristori: contano i fatti, non le iniziative estemporanee".

Anche per il pentastellato viceministro al Mise Stefano Buffagni "la patrimoniale non esiste con il Movimento al governo. Il programma del Movimento è sempre stato chiaro su questo". E a fine giornata fonti del gruppo Pd alla Camera. spiegano che "l'emendamento è il frutto di una iniziativa libera ma individuale di alcuni deputati del Pd, che pero' non impegna il gruppo".

E a Buffagni fa eco, l'ex capo politico grillino Luigi Di Maio: "Ok liberare gli italiani delle piccole tasse, dei cavilli e della burocrazia, è una proposta che il M5S sposa da anni, ma nessuna patrimoniale. Sarebbe folle in un momento di crisi come questo, in cui le nostre imprese hanno bisogno di ossigeno e le famiglie di lavoro, introdurre qualsiasi tipo di patrimoniale. Il M5S e' sempre stato contrario e continuerà ad esserlo".

In mattinata il portavoce nazionale di Sinistra Italiana  Fratoianni aveva spiegato la ratio della sua proposta. "La proposta che avanziamo vuole mettere ordine in un sistema fiscale irrazionale, eliminare l'Imu ed introdurre un prelievo progressivo che Intervenga sui patrimoni dei super ricchi per finanziare la spesa sociale. Le tasse vanno abbassate? Si per i ceti medi e popolari, non certo per i super ricchi", ha affermato il parlamentare di Leu.

"Vediamo cosa succede nel cammino parlamentare - ha proseguito - e quali saranno le posizioni espresse da governo e relatori. Ci auguriamo ci sia disponibilità a discutere di un tema che è ormai globale. Oltre al governo Sanchez-Iglesias e tanti economisti a partire da Piketty, anche 83 super ricchi a luglio hanno scritto una lettera Forbes per chiedere per combattere le disuguaglianze aumentate con la pandemia. Ogni volta che si parla di tasse non si puo' solo dire che "vanno abbassate" .

"Nel mondo sono ormai tantissimi a dire che le tasse ai ricchi vanno aumentate per la semplice constatazione che la diseguaglianza aumenta. Dico infine al governo che se vuole ritardare la discussione fino alla riforma fiscale assieme al tema della web tax contro i colossi alla Amazon e al tema dell'evasione fiscale posso anche essere favorevole - ha concluso Fratoianni - a patto che sia una discussione vera. Non ci vengano a dire pero' che non è una priorita'! Mi viene da ridere, se ne parla ovunque: se non ora, quando?".

E a Salvini dice: "Senatore, l'arresto immediato lasciamolo per mafiosi e 'ndranghetisti. Magari per quelli che troppo spesso si fanno fotografare nei selfie con qualche esponente politico", ha concluso. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    tassepatrimonialeabolizione imu
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    "Inutile il sacrifico di Enzo Tortora Magistrato che sbaglia non paga"

    Parla con Affari l'ex compagna Francesca Scopelliti

    "Inutile il sacrifico di Enzo Tortora
    Magistrato che sbaglia non paga"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Porsche presenta la Taycan 100% elettrica con trazione posteriore

    Porsche presenta la Taycan 100% elettrica con trazione posteriore

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.