A- A+
Economia
Pensioni, Quota 103 confermata nel 2024? Ecco chi può fare domanda
Pensioni aumenti per i pensionati dal primo luglio

Pensioni, Quota 103 confermata nel 2024? Ecco che cosa sapere 

Ormai è chiaro: le risorse a disposizione per la Legge di bilancio sono scarse. Anche se i sindacati sperano sull'ampliamento dell'Ape sociale e di Opzione donna. Ma chi può fare domanda per accedere a Quota 103? Ecco regole e istruzioni ricostruite da Il Messaggero.  

"Il diritto all'accesso alla pensione con Quota 103 si consegue al raggiungimento, entro il 31 dicembre 2023, dei seguenti requisiti: Anzianità contributiva di almeno 41 anni, anche in cumulo tra diverse gestioni INPS.  Fermo il contestuale perfezionamento del requisito di 35 anni di contribuzione al netto dei periodi di malattia, disoccupazione e/o prestazioni equivalenti, ove richiesto dalla gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico. I soggetti che conseguono il diritto possono presentare la domanda per il relativo trattamento anche successivamente". 

Le categorie interessaate sono: le gestioni INPS AGO dipendenti, pubblici e privati, e forme esclusive e sostitutive; alle gestioni speciali  INPS (artigiani e commercianti, agricoltura, gestione separata)  per lavoratori autonomi e parasubordinati. Sono esclusi personale militare e delle forze armate, di polizia, vigili del fuoco e guardia di finanza.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pensioniquota 103





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.