A- A+
Economia
Pil 2016 migliore del previsto: +0,9%. Pil +0,2% nel quarto trimestre

Pil 2016 migliore del previsto: +0,9%. Pil +0,2% nel quarto trimestre


 Si chiude con una punta di ottimismo il 2016 dell'economia italiana. Secondo i dati preliminari diffusi dall'Istat, la variazione del Pil stimata sui dati trimestrali grezzi e' risultata pari a +0,9%. Se il dato sara' confermato a marzo, si tratterebbe dell'incremento maggiore dal 2010, quando la crescita si attesto' all'1,7%. Da allora, il prodotto interno lordo italiano e' salito dello 0,6% nel 2011, e' sceso del 2,8% nel 2012 e dell'1,7% nel 2013, per poi tornare ad aumentare dello 0,1% nel 2014 e dello 0,7% nel 2015. Il dato corretto per gli effetti di calendario e' anche migliore e dice +1,0%. La differenza si spiega con i due giorni lavorativi in meno contati dal 2016 rispetto al 2015. In entrambi i casi l'andamento e' superiore allo 0,8% atteso dal Governo e si traduce in una variazione acquisita per il 2017 pari a +0,3%.

Positivo e' anche il risultato del quarto trimestre, durante il quale il prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, e' aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell'1,1% nei confronti dello stesso periodo del 2015. Il periodo ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e due in meno rispetto al quarto trimestre del 2015. L'andamento tendenziale e' uguale a quello del terzo, al top dal secondo trimestre 2011, quando la crescita si attesto' all'1,5%.

La variazione congiunturale, spiega l'istituto di statistica, e' la sintesi di un aumento del valore aggiunto nei settori dell'industria e dei servizi e di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura. Dal lato della domanda, vi e' un contributo positivo della componente nazionale al lordo delle scorte e un apporto negativo della componente estera netta.

Nello stesso periodo il Pil e' aumentato in termini congiunturali dello 0,5% negli Stati Uniti, dello 0,6% nel Regno Unito e dello 0,4% in Francia e in Germania. In termini tendenziali, la crescita e' stata del 2,2% nel Regno Unito, dell'1,9% negli Stati Uniti e in Germania e dell'1,1% in Francia.

Tags:
pil 2016pil quarto trimestrepil quarto trimestre 2017pil dati
i più visti
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social


casa, immobiliare
motori
Honda svela la nuovo generazione di HR-V

Honda svela la nuovo generazione di HR-V

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.