A- A+
Economia
Prestito Fca, Landini sposa il modello francese: "Lo Stato entri nel capitale"

Prestito Fca, Landini sposa il modello francese: "Lo Stato entri nel capitale"

Maurizio Landini interviene sulla questione del prestito di 6,3 miliardi chiesto da Fca e prende una posizione netta, in totale contrapposizione con la linea lanciata dal neo presidente di Confindustria Carlo Bonomi. "Lo Stato deve entrare nel capitale sociale di Fca". Il segretario della Cgil - come riporta il Fatto Quotidiano - indica la strada da seguire: "Magari solo a tempo, per la durata del prestito, ma ora il problema è di gestire la fusione con Psa, che ha l'esecutivo come azionista. Non sarebbe male se lo Stato, oltre a convocarci e a discutere con l'impresa, valutasse l'ipotesi di un intervento o di una presenza anche per il periodo di realizzazione del progetto con Psa. E' indubbio che stiamo parlando di una fusione in cui dall'altra parte non c'è solo un soggetto privato, ma anche un soggetto pubblico che è lo Stato francese".

Loading...
Commenti
    Tags:
    prestito fcamaurizio landinicgilstatocapitaledecreto rilanciofusione psa fca
    Loading...
    i più visti

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Covid-19: 1 su 2 pronto ad usufruire dei nuovi bonus per cambiare l'auto

    Covid-19: 1 su 2 pronto ad usufruire dei nuovi bonus per cambiare l'auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.