A- A+
Economia
Rdc, 3000 euro alle famiglie povere per l'affitto. Briciole agli occupabili

Rdc, 350 € agli occupabili: ma con molti vincoli e pochi vantaggi

Il governo Meloni non torna indietro, la stretta sul Reddito di cittadinanza ormai è quasi realtà. La ministra del Lavoro Calderone sta perfezionando gli ultimi dettagli della bozza, ma ormai il nuovo progetto ha già le linee guida molto chiare e definite. Un assegno di 500 euro al mese per i "non occupabili". Più altri 280 euro per l'affitto, per un totale di circa 3000 € all'anno. Ma anche un aiuto di 350 euro mensili - si legge sul Messaggero - per un altro anno, a chi si trova in età lavorativa. La riforma del Reddito di cittadinanza è pronta. Ed è contenuta in una bozza di decreto ribattezzato "Lavoro" composta, per ora, da 43 articoli e che sarà esaminata in uno dei prossimi Consigli dei ministri. Il nuovo nome del Reddito sarà "Garanzia per l'inclusione".

Il provvedimento la definisce una misura di sostegno economico e di inclusione sociale e professionale, condizionata alla prova dei mezzi e all'adesione a un percorso personalizzato di attivazione e di inclusione lavorativa. Il beneficio economico sarà riconosciuto ai nuclei familiari che al loro interno hanno un disabile, dei minori o un sessantenne. Persone, insomma, che non possono lavorare. Per poter accedere al nuovo assegno, - prosegue il Messaggero - bisognerà avere un Isee inferiore a 7.200 euro, e un reddito familiare non superiore a 6.000 euro, adeguato in base ad una scala di equivalenza che terrà conto del numero dei componenti del nucleo familiare. Non si potrà possedere un patrimonio immobiliare ai fini Imu di valore superiore a 150 mila euro (esclusa la prima casa) e conti in banca maggiori di 10 mila euro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
reddito di cittadinanza





in evidenza
Roma, ecco dove vive Nunzia De Girolamo. L'appartamento a Prati è strepitoso

Il nido d'amore con Boccia (Capogruppo Pd al Senato)

Roma, ecco dove vive Nunzia De Girolamo. L'appartamento a Prati è strepitoso


motori
EICMA celebra 110 anni: pronta l'edizione 2024

EICMA celebra 110 anni: pronta l'edizione 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.