A- A+
Economia
Totò, Sofia Loren e Maradona: l'Oro di Napoli brilla malgrado il Fisco
Diego Maradona e Michel Platini: negli anni '80 i migliori del mondo giocavano in Italia


Ultima, ma non meno importante, vittima del fisco ingiusto è Maradona. Il calciatore argentino da 30 anni ormai assurdamente è in lite con l'Agenzia delle entrate che, anche nel suo caso, sostiene, senza motivo, che il campione avrebbe occultato guadagni al fisco italiano negli anni in cui era residente a Napoli. Anche in questo caso, infidamente, lo Stato ha utilizzato il volto noto per dimostrare ai cittadini la sua inflessibilità che, però, è solo un mezzo per lanciare alla gente il messaggio che il fisco non fa sconti a nessuno (tranne a se stesso). La lista potrebbe essere anche più lunga e comprenderebbe altri personaggi ma, come detto, l'uso dei nomi famosi è sempre strumentale e capzioso, deliberatamente finalizzato a dare una ‘lezione’ al cittadino. Non credo che questo sia il percorso che il nostro Paese debba seguire. Il modo migliore per ottenere rispetto delle leggi, in realtà, è solo quello di dare il buon esempio.

E certamente lo Stato può favorire la correttezza dei cittadini non attraverso la persecuzione fiscale ma solo impegnandosi a garantire un sistema tributario equilibrato e moderato che, soprattutto nella fase contenziosa, offra al contribuente una giustizia equa con magistrati tecnicamente preparati ed imparziali e non legati a doppio filo (funzionale e retributivo) all'Agenzia delle entrate, come accade oggi senza che nessuno dei nostri politici (e dei nostri ‘esperti’) abbia nulla da eccepire. Solo in tale modo lo Stato potrà garantirsi il rispetto dai cittadini che oggi, nella situazione attuale, non ritengo che possa in alcun modo esigere.

Totò, Sofia Loren e Maradona sono tre insuperabili ed immortali simboli di eccellenza nei loro campi che hanno dimostrato grandezza, oltre che nella loro professione, anche nel fare fronte agli attacchi dello Stato. La dignità ed il coraggio con cui questi personaggi hanno affrontato la prevaricazione delle istituzioni rimane un esempio di dignità e determinazione che spero possa ispirare tanti onesti contribuenti che ogni giorno nelle aule dei tribunali combattono per fare valere le loro ragioni calpestate da una sistema tributario prepotente ed abusivo che andrebbe riformato al più presto.

Tags:
fiscotassepressione fiscalecartelle tasseequitalia
i più visti
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe


casa, immobiliare
motori
Citroen: grande successo commerciale per le nuova C4 e Ë-C4

Citroen: grande successo commerciale per le nuova C4 e Ë-C4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.