A- A+
Economia
UniCredit, girandola di comitati. Rumors: Orcel in pole per il post-Mustier

Continua il "cantiere aperto" in casa UniCredit che a stretto giro dovrà chiudere una serie di partite decisive per il suo futuro. Proseguono infatti in queste ore le riunioni interne dei diversi comitati, con in testa quello relativo a governance e nomine presieduto dal consigliere Stefano Micossi e di cui fa parte anche Pier Carlo Padoan, destinato a diventare col prossimo rinnovo il presidente della banca. La riunione del comitato serve soprattutto a fare il punto sulla scelta del nuovo ceo che dovrà prendere il posto dell'uscente Jean Pierre Mustier.

UniCredit, Bisoni e Padoan presentano al Papa programma Art4Future/ I rappresentanti di Unicredit hanno presentato al Pontefice (nella foto il Papa con il futuro presidente Pier Carlo Padoan) il programma Art4Future che prevede la vendita all'asta di importanti opere d'arte appartenenti alle banche del gruppo UniCredit in Italia e all'estero, per destinare l'intero ricavato ad attivita' di rilevante impatto sociale e di solidarietà. I dipinti in questione sono: Madonna con Bambino, della Cerchia di Michelangelo Buonarroti, del1475; Adorazione del Bambino di Luca Baudo, del 1500; Ritratto di Madre e Figlia di Antonio Donghi del 1942.

La data chiave è però quella di domani quando si terrà la riunione mensile del consiglio di amministrazione, dove verrà fornito un aggiornamento sul processo di selezione del Ceo anche alla luce dei paletti fissati nelle scorse settimane e che dovranno essere rispettati dalla figura che verrà identificata, dallo standing internazionale a uno stile di gestione inclusivo, fino alla conoscenza puntuale di tutte le attività bancarie, dal retail fino al corporate (senza che l'eventuale passaporto sia un vincolo).

Il compito di mettere a punto una short list più ristretta è affidato in questi giorni a Spencer&Stuart e non è escluso, come anticipato dal sito web del Sole 24 Ore, che una rosa di cinque nomi arrivi già domani sul tavolo del consiglio. Non solo. La riunione servirà anche per fare un primo punto sul futuro consiglio di amministrazione e sulle caratteristiche (qualitative e professionali) che dovranno avere i singoli candidati che ambiscono a entrare nella prossima lista del board. 

Intanto, secondo le indiscrezioni, sembra prendere corpo la candidatura di Andrea Orcel, romano, primi passi in Goldman Sachs e Bcg prima di approdare in Merrill Lynch dove si è affermato, guidando le principali operazioni in Europa, tra le quali alcune in Italia. Orcel è stato l'artefice nel 1998 della nascita di Unicredit mediante la fusione fra Credito Italiano e le casse di Verona, Crt, Cassamarca. 

Resta però l’incognita della mega causa milionaria (per 112 milioni di euro) intentata dal banchiere contro Santander riguardo al ritiro da parte della banca spagnola di un’offerta per nominarlo Ceo. A settembre 2018, al banchiere era stato offerto il posto di amministratore delegato del primo gruppo iberico, uno dei più grandi in Europa, ma la banca cambiò idea il gennaio successivo, affermando di non poter soddisfare le sue richieste di retribuzione.

L’atout di Orcel sarebbe di rispondere ai requisiti essenziali posti (statura internazionale, conoscenza delle banche italiane, leadership inclusiva, visione strategica), avendo il gradimento di molti investitori istituzionali, ma anche della fondazioni tra cui Cariverona oltre che di Leonardo Del Vecchio che di recente ha posto paletti sulla governance. 

Tra i selezionati ci sarebbero due manager esteri: Tidjane Thiam, nato in Costa d'Avorio, ex a.d. del Credit Suisse Group fino a febbraio 2020, e Martin Blessing, banchiere tedesco che è stato co-president global wealth management di Ubs. Altri nomi: Fabio Gallia, Flavio Valeri, Diego De Giorgi, l'interno Carlo Vivaldi. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    unicreditandrea orcelsch
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Bastianich, Matano e Pellegrini 'Il nostro talento segreto è...'

    Italia's Got Talent 2021, le interviste ai giudici

    Bastianich, Matano e Pellegrini
    'Il nostro talento segreto è...'


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW lancia l'offensiva ibridi plug-in entry-level della BMW Serie 3 e Serie 5

    BMW lancia l'offensiva ibridi plug-in entry-level della BMW Serie 3 e Serie 5

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.