A- A+
Economia
Unicredit, voglia di Olanda o Uk per il 2019

Una grande fusione in vista per Unicredit? Magari nel 2019, chissà. I rumors d'altronde si fanno sempre più insistenti. E dicono che il 2019 sarà l’anno della grande fusione che accentui il profilo paneuropeo del gruppo, riducendo il peso relativo dell’Italia.

In tal propsito, lo scorso agosto lo stesso ceo di Unicredit, il francese Jean Pierre Mustier, aveva lanciato segnali nel presentare i conti semestrali dell’istituto. Il manager aveva detto che nel prossimo piano a fine 2019 saranno valutate anche le opzioni di crescita esterna.

Secondo Il Sole 24 Ore, messi da parte i tentativi di aggregazione con Commerzbank e archiviati - almeno tempora quelli con Société Générale, le altre alternative allo studio sarebbero un’intesa con l’inglese Lloyds Bank o una con l’olandese Abn Amro o l’altra orange Ing. Ma nessuno in Unicredit ha voluto commentare i rumors.

Poche settimane fa UniCredit e Société Générale avevano scelto di non commentare le indiscrezioni stampa secondo cui la banca italiana starebbe lavorando con Daniel Bouton, senior advisor di Rothschild, per una possibile fusione con l’istituto francese.

Commenti
    Tags:
    unicreditbanche 2017mustier
    Loading...
    i più visti

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion

    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.