A- A+
Spettacoli
Elena Santarelli alle Iene: "Attaccata perché lavoravo con mio figlio malato"
Elena Santarelli, il monolgo alle Iene

Elena Santarelli nel suo monologo alle Iene: "Mi hanno fatta vergognare perché lavoravo mentre mio figlio aveva un tumore". La showgirl su Italia Uno rivela il suo calvario

Elena Santarelli, settima co-conduttrice insieme a Nicola Savino, come da consuetudine ha preparato un monologo da presentare in studio sulla scia delle presentatrici prima di lei, subentrando a Ornella Vanoni che per motivi di salute è dovuta rimanere a casa. La showgirl e attrice, legata dal 2006 all'ex calciatore Bernardo Corradi, sceglie di portare sul palco la malattia del figlio Giacomo e in particolare un effetto collaterale di una battaglia come questa. Il senso di colpa che schiaccia una madre che "torna a vivere", che spende del tempo per sé stessa, nonostante la malattia del figlio. E il dover fare i conti oltre che con la sofferenza della malattia con i pregiudizi e le critiche del mondo circostante.

"Questa sera vi parlerò di come si torna a vivere, durante e dopo la malattia”, inizia Santarelli. “Io mi sono vergognata di farlo. Ho sentito parole che mi hanno fatto sentire sporca. Tipo: ‘Ma come fai a lasciare tuo figlio solo?’. Mi sono vergognata di tornare a lavorare, di uscire a cena con mio marito. Persino di andare dal parrucchiere quando ho sentito un’altra donna sussurrare: ‘Che ca**o ci fa qui la Santarelli? Io con un figlio malato starei a casa’“. 

“Mi buttavo subito sotto la doccia, per pulirmi dallo sporco che quegli sguardi mi avevano appiccicato addosso. ‘Fai schifo’, mi dicevo, ‘Cosa ti è venuto in mente?’", continua Santarelli con gli occhi lucidi.  "Grattavo via lo smalto appena messo sulle unghie, perché mi sentivo male a essermi presa un pezzo di vita per me“. Infine spiega, “c’è un’altra cosa che ti impedisce di tornare a vivere. È il senso di colpa per la fortuna che hai avuto. Perché tante amiche che ho conosciuto in ospedale, mamme come me, oggi non hanno più i loro figli. E quella fortuna sentivo di non meritarla più di loro. Così ho cercato di nascondere la mia felicità”.

 

La malattia del figlio di Elena Santarelli

Il piccolo Giacomo, oggi 12enne, ha sconfitto un tumore cerebrale nel 2019. Elena Santarelli ne diede notizia su Instagram, in un post in cui scriveva che il figlio aveva appena concluso l'ultima terapia e che i controlli avevano confermato che Giacomo aveva sconfitto il cancro. Dal 30 novembre 2017, data in cui lei e il marito avevano appreso della malattia, la conduttrice ha raccontato via social ciò che stavano vivendo. In un'intervista al CorSera aveva raccontato: "La malattia non l’ha cambiato molto, ha solo perso i capelli". E poi ancora: “Il momento più brutto è stato quando, di notte, con la torcia, andavo a raccogliere i capelli di Giacomo dal cuscino, per non farglieli trovare al mattino. Quei momenti erano una pugnalata. Metti al mondo un figlio e vuoi proteggerlo, ma non sai che puoi sentirti così tanto impotente [...]".

Chi è Elena Santarelli

Elena Santarelli, nata a Latina, classe 1981, esordisce come indossatrice nelle passerelle di Armani e Biagiotti ma viene conosciuta dal pubblico televisivo con il debutto da valletta a L'Eredità. Successivamente (nella stagione 2004-2005) parteciperà al fianco di Varriale al programma sportivo Stadio Sprint.  Santarelli si cimenta anche nel cinema, recitando in “Il pranzo della domenica”, “Vita smeralda”, “Commediasexy”, “Baciato dalla fortuna”, “Se mi vuoi bene”. Nell'ottobre del 2019 esce il suo libro autobiografico Una mamma lo sa, in cui racconta il calvario della malattia di Giacomo, i momenti più difficili, la sua forza e il suo coraggio. I proventi sono stati destinati a Progetto Heal, dedito all’infanzia in difficoltà.Dal 2006 è legata all’ex calciatore della nazionale Bernardo Corradi, con il quale è convolata a nozze il 2 giugno 2014, padre dei suoi due figli. Giacomo, nato il 22 luglio 2009 e Greta Lucia, nata il 25 marzo 2016.

Chi è Bernardo Corradi

Bernardo Corradi,  nato a Siena, classe 1976, è un ex calciatore della Nazionale, dirigente sportivo, allenatore della Nazionale under 17 e commentatore di Dazn. Esordisce presto in Serie A, nel 1999, figlio di un ex calciatore, e sin da piccolo appassionato di pallone. La sua carriera calcistica ha dovuto interrompersi a seguito di un grave infortunio. L'incontro con la Santarelli è avvenuto grazie ad amici comuni. Ma Santarelli ha raccontato di essere rimasta folgorata dalla sua bellezza "ben prima di conoscerlo, dopo aver ammirato un suo scatto su un calendario", quando era ancora fidanzata con un'altra persona. Il segreto della loro relazione duratura, ha inoltre raccontato la showgirl, sarebbe la loro capacità di concerdersi degli spazi, "ricarichiamo le batterie quando siamo distanti un po' di giorni".

LEGGI ANCHE

Calcio, Dazn ufficiale: la decisione sulla doppia utenza in contemporanea

DAZN: 10 milioni di rimborsi agli utenti delusi e 2,4 miliardi in tecnologia

 

 

Commenti
    Tags:
    malattia del figlio di elena santarellisantarelli ienesantarelli marito. santarelli monologo iene





    in evidenza
    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    Politica

    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    
    in vetrina
    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


    motori
    Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

    Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.