A- A+
Esteri
Al Qaida minaccia Macron e invita ad uccidere chiunque insulti il profeta

Il gruppo jihadista al Qaida nel Maghreb islamico (Aqmi) ha invitato i suoi sostenitori a uccidere chiunque insulti il profeta Maometto e ha minacciato di vendicarsi del presidente francese Emmanuel Macron, che hadifeso il diritto a effettuarne caricature. "Uccidere chi insulta il profeta è un diritto di ogni musulmano capace di applicarlo", ha scritto in un comunicato il gruppo Aqmi, in reazione alle dichiarazioni del presidente Macron durante la cerimonia in onore del professore francese Samuel Paty, decapitato il 16 ottobre in un attacco estremista islamico per aver mostrato le vignette sul profeta.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    franciamacronal qaidaminaccemaomettoprofetaattentatilibertà di espressionecharlie ebdo
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

    Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.